L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Wednesday, December 4, 2013

ANCORA VIOLENZA DI MANDANTI OSCURI CONTRO GIANNI LANNES. SU LA TESTA SI FERMA.

http://sulatestagiannilannes.blogspot.se/2013/12/ancora-violenza-per-mano-di-mandanti.html

ANCORA VIOLENZA DI MANDANTI OSCURI CONTRO GIANNI LANNES. SU LA TESTA SI FERMA.



UNO STILLICIDIO INTIMIDATORIO: UNA SEVIZIA PSICOLOGICA ININTERROTTA, UNA TENSIONE CONTINUA MENTRE LE ISTITUZIONI LATITANO.

Stanotte ignoti hanno gravemente danneggiato mediante l’ennesimo atto vandalico la vecchia auto (una fiat tempra senza valore commerciale e non assicurata contro tali danni) della moglie di Gianni Lannes.
Il 28 gennaio di questo stesso anno, alla medesima auto ignoti avevano manomesso l’impianto frenante. Sono state sporte all’Autorità Giudiziaria numerose e circostanziate denunce (l'ultima stamani ai Carabinieri), ma gli inquirenti dopo gli attentati (il primo esplosivo il 2 luglio 2009, poi incendiario il 5 novembre 2009 e così via) fino a tutt’oggi, non hanno ancora individuato esecutori materiali e mandanti occulti. [cioe' se ho capito bene questa fiat tempra e' sopravvissuta all'esplosivo, a un incendio e ai freni rotti???]
In Parlamento giacciono all’attenzione del presidente del consiglio dei ministri e del ministro dell’interno molteplici atti parlamentari (interrogazioni e interpellanze) ma nessun governo dal 2009 ad oggi ha fornito ancora una risposta, compresa la revoca senza alcun motivo ma con una semplice telefonata della scorta della Polizia di Stato e della protezione dei Carabinieri alla famiglia dell’ex giornalista.
L’ex freelance inoltre, ha recentemente denunciato alla magistratura ecomafiosi ed amministratori pubblici impuniti, in ragioni di gravi reati sanitari e ambientali in atto contro la popolazione italiana.

L'8 novembre su richiesta esplicita e reiterata di un parlamentare del Movimento 5 Stelle, Gianni Lannes ha incontrato in forma riservata a Roma, una delegazione di parlamentari (deputati e senatori) che hanno chiesto lumi all'ex giornalista su tematiche roventi e hanno diligentemente preso appunti. Ora, dove sono questi onorevoli, ma soprattutto che faranno per far assicurare subito a questo uomo la sicurezza dallo Stato italiano? 
Gianni Lannes è in procinto di partire per la Sardegna per un giro di conferenze ed incontri pubblici sulla guerra ambientale in corso. Va da sé che a Lannes non è neanche più consentito scrivere sul proprio diario internautico. 
Ora in queste condizioni di palese insicurezza non sarà possibile proseguire nell’esperienza del blog SU LA TESTA!
Per la cronaca: fra qualche mese saranno pubblicati alcuni libri importanti e decisivi per l’accertamento di una verità di Stato, anzi di Stati, assolutamente indicibile, tra i quali: 
STRAGE DI USTICA: LASCIATI MORIRE; ITALIA: USA E GETTA; BAMBINI A PERDERE.
Mentre altri bivaccano comodamente dietro le quinte a filosofeggiare, c'è qualcuno in prima linea che sta difendendo tanti di noi, lasciato davvero solo. Un uomo che ha sempre aiutato il prossimo e gli altri disinteressatamente. Non basta la solidarietà a parole e chiacchiere morte e sepolte. Questi atti vili  e criminali segnano la nostra sconfitta come società civile.
Gianni Lannes non è un martire né un eroe, ma solo un uomo che non ha bisogno di queste attenzioni per fare informazione rigorosa, libera e indipendente, anche se non si considera più un giornalista. 
I poeti lavorano di notte (Alda Merini)

I poeti lavorano di notte
quando il tempo non urge su di loro,         
quando tace il rumore della folla
e termina il linciaggio delle ore.
I poeti lavorano nel buio
come falchi notturni od usignoli
dal dolcissimo canto
e temono di offendere Iddio.
Ma i poeti, nel loro silenzio
fanno ben più rumore
di una dorata cupola di stelle.

14 comments:

  1. Ma la scritta sul muro che appare nella fotografia chi l'avrà fatta? Probabilmente lannes, chi altro lo paragonerebbe a Borsellino.
    A proposito della scorta, chiodo fisso del nostro giornalista, farebbe bene a ricordare che Falcone e Borsellino avevano la scorta che venne assassinata assieme a loro. Se la mafia o chi altro sia desiderasse veramente eliminarlo il nostro eroe sarebbe già morto, altro che attentati in cui nessuno si fa male!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Attentati? o piccoli incidenti perchè invece di guardare la strada guarda gli aerei che passano?

      Delete
  2. Perchè parla di se in terza persona?
    Cmq se io fossi un ragazzino righerei il catorcio di lannes solo per leggermi articoli simili.

    ReplyDelete
  3. Bello il riferimento ai parlamentari pentastelluti che lo hanno fortemente voluto. Gia' la credibilita' del M5S dopo sirene, signoraggio, insidejob, microchip e sciiiiiikimiki era attorno allo zero (sempre comunque troppa), ora dopo l'interessamento di Lannes verra' quantificata usando numeri negativi.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma i pentastelluti avranno letto gli interventi su grillo nel blog di lannes?
      Questi due tanto per fare un esempio:
      http://anonymouse.org/cgi-bin/anon-www_de.cgi/http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2013/03/grillo-piu-pericoloso-del-fascismo.html

      http://anonymouse.org/cgi-bin/anon-www_de.cgi/http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2013/03/le-americanate-di-grillo.html

      Se lo hanno fatto chissà che ne pensano.

      Delete
    2. I complottardi come Lannes e i pentastelluti cambiano idea su amicizie, inimicizie e alleanze piu' spesso di quanto si cambino le mutande... non se ne faranno un problema

      Delete
  4. Poraccio... Brutta cosa la mania di persecuzione.

    ReplyDelete
  5. Non è invece che la macchina s'è sfasciata perché l'aveva prestata allo Stracchino?

    Che sai, dopo la storia del primo famoso rendez-vous contro un guard-rail di "una rotonda sul maaaa-reeee...", ha pensato bene di riciclare la scusante dell'attentato per giustificare l'ennesima cazzata fatta menre guidava...

    ReplyDelete
  6. Bah, mi sembra solo una patetica balla inventata dell'ex giornalista per far dimenticare ai boccaloni complottisti che si bevono tutte le troiate scrive la colossale figura di merda fatta cascando come un pollo nella burla del MUOS ...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mah, io sono andato a domandargli come mai l'articolo non c'era, ma non mi ha risposto...

      Mistero.
      O complotto? :D

      Delete
  7. Sul tronco della palma si notano due strisce rosse somiglianti a quelle di una Renault Twingo e anche un copri cerchio, uhm...

    ReplyDelete