L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Saturday, March 7, 2015

Chi di lama ferisce... di lama perisce?

http://straker-61.blogspot.ch/2015/03/chi-di-lama-ferisce-di-lama-perisce.html

Chi di lama ferisce... di lama perisce?



Breve resoconto dell'udienza del 4 marzo 2015, nella quale Class Meteo, Serena Giacomin e Massimo Della Schiava sono... parti "offese", mentre imputati (tanto per cambiare) sono i fratelli Marcianò. Come già qualcuno di voi saprà il nostro legale è indisponibile per gravi motivi di salute, per cui oggi interveniva un suo sostituto per richiedere il rinvio ad altra data. In quel frangente, però, abbiamo saputo che in cancelleria non risultava la revoca del precedente legale (avvenuta nell'agosto 2014 per mezzo di lettera raccomandata nonché P.E.C.). Tanto meno risultava formalizzato l'incarico del nuovo legale. Non è la prima volta che in cancelleria si vaporizzano scartoffie varie. In altre occasioni vennero persi fascicoli su cui fare opposizione, tanto per fare un esempio. Oggi, per via di questo... "problemuccio", poco ci è mancato che ci venisse assegnato un avvocato d'ufficio, ma avendo bene chiarito con il Giudice che la revoca del precedente era stata perfettamente formalizzata tramite P.E.C., i legali della controparte e le parti "offese" hanno dovuto rassegnarsi e non opponendosi al rinvio, l'udienza è stata differita al 30 novembre 2015. E' curioso come già fossero pronti i testimoni, giacché forse si era certi che comunque il processo sarebbe andato avanti comunque, grazie alla mancanza della formalizzazione dell'incarico al nostro attuale legale. Se la revoca del vecchio legale non fosse stata formalizzata con tutti i crismi, oggi i testimoni per l'accusa (ivi compreso il comandante della Polizia Postale Ivan Bracco) avrebbero potuto deporre. Certo è curioso come "il Fioba" si sia sobbarcato un viaggio da Firenze. Forse gli era stato assicurato che il processo si sarebbe svolto comunque? Il sospetto è legittimo.

Nota finale: all'uscita dalla sede del Tribunale di Imperia un giovane agente (Guardia di Finanza) addetto al controllo d'entrata ha restituito al Fioba un coltello a serramanico dall'impugnatura rossa ed una lama di almeno 6 cm. Certo che entrare in un Tribunale con un coltello è veramente il Massimo! [1]

[1] L’art. 4 L. 110/1975 punisce il porto di coltello senza giustificato motivo con le pene dell’arresto da un mese ad un anno e dell’ammenda da euro 50 ad euro 200. Se il fatto è lieve può essere irrogata la sola pena dell’ammenda. La misura minima della pena a seguito di rito alternativo è quella di gg. 14 di arresto ed euro 90 di ammenda. Solo euro 30 di ammenda se il fatto è lieve. La pena può essere sostituita dalle sanzioni sostitutive di cui alla legge 689/1981. Il porto di coltello in una riunione pubblica è punito con l’arresto da due a 18 mesi e con l’ammenda da euro 100 ad euro 1.600; la pena è raddoppiata se il coltello è usato al fine di commettere reati. Pena minima con rito alternativo è quella di gg. 27 di arresto ed euro 50 di ammenda.

La Cass. (mass. 25), ha affermato che nel caso in cui il porto è punibile solo con l’ammenda, trattandosi di fatto lieve, non è comunque consentita l’oblazione a norma dell’art. 162 c.p.

6 comments:

  1. Non so se chi porta il coltello possa perire, ma sicuramente so che chi di cazzata ferisce di processo perisce.....vero rosarietto?

    ReplyDelete
  2. Quello di cui dovrebbe preoccuparsi lo stracretino è piuttosto: chi di insulti ferisce, di insulti perisce...

    ReplyDelete
  3. manico rosso, mi viene in mente un multiuso svizzero di per il quale non serve nulla e non può nemmeno essere definito come coltello o arma bianca, dietro questo ennesimo sproloquio di straker vedo solo il suo odio verso il fioba e tutti quelli che non la pensano come lui, altrimenti non vedo motivo di scrivere queste cose se non per voler screditare in modo patetico una persona come il fioba. Finisce che si trova un altra causa.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Confermo, trattasi di Victorinox, peraltro in libera vendita in Italia, ad esempio qui:
      http://www.conrad.it/ce/it/brand/VICTORINOX

      Ma anche nella più vicina tabaccheria. :D

      Pagliaccio. :P

      Delete
  4. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  5. Portare coltelli multiuso tipo victorinox puó essere molto utile in auto in caso di eventuale incidente, per esempio per tagliare le cinture di sicurezza bloccate. Questo é sicuramente un fondato motivo per portarlo. Poi, siccome non é buona norma lasciare un coltello su un auto incustodita, é un fondato motivo averlo appresso, chiuso ovviamente. La questione comunque non é chiarissima a livello di normative. Dipende molto dal buon senso e dalla ragionevolezza delle forze dell'ordine. Di per se anche andare in giro con un ombrello se c'é il sole potrebbe essere considerato come un porto abusivo di arma impropria, potendo questi essere usato come tale.
    Poi bisognerebbe dire allo stracchino che spargere falsi allarmi, come lo staranazzare a destra e a manca di inesistenti scie chimiche, costituisce reato penale. Questo peró credo che lo sappia ma fa finta di niente dato che notoriamente si sente al di sopra della legge. Infatti ritiene che, se a diffamare, calunniare, puntare laser e/o istigare a farlo sono lui e il fratellonzo imparato, ció non costituisce reato.

    ReplyDelete