L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Sunday, August 17, 2014

Stadi di sviluppo del parassita intestinale umano "a corda” - un nuovo parassita di recenete e controversa scopertadi

http://scienzamarcia.blogspot.ch/2014/08/stadi-di-sviluppo-del-parassita.html

Stadi di sviluppo del parassita intestinale umano "a corda” - un nuovo parassita di recenete e controversa scopertadi

Foto di Alex Volinsky prima e dopo l'espulsione dei parassiti a corda

Qui di seguito la traduzione dell'articolo Stadi di sviluppo del parassita intestinale umano "a corda” (Development stages of the “rope” human intestinal parasite) pubblicato sul prestigioso sito scientifico arxiv.org al link http://arxiv.org/ftp/arxiv/papers/1301/1301.2845.pdf


Tra gli autori troviamo Alex Volinsky, un ingegnere meccanico che lavora e studia le nanotecnologie e che ha quindi dimestichezza con la microcopia ad alta risoluzione. Volinsky è per altro uno dei pazienti che a riguadagnato uno stato di prestanza fisica e di salute invidiabile proprio dopo avere espulso questi parassiti a corda. Indicative e particolarmente eplicite sono le sue foto prima e dopo la cura.

Altra autrice di tale articolo è il medico Elena V. Marchenko.

La scoperta e lo studio dei "parassiti a corda" (o "vermi a corda") quali membri di un nuovo tipo appena scoperto di elminti (vermi parassiti) ha sollevato un vespaio di polemiche tra gli specialisti del ramo che non riescono a credere alla scoperta. Eppure non solo uno degli autori, ma centinaia e centinaia di altre persone negli ultimi anni hanno scoperto di avere questi indesiderati ospiti nel proprio corpo e grazie ad internet confrontano le proprie esperienze (e le foto dei vermi a corda espulsi con i clisteri). In particolare molti vermi a cora sono stati ritrovati dalla comunità dei genitori di bambini autistici che sta curando i propri figli con il biossido di cloro ed il protocollo antiparassitario del dottor Kalcker. L'articolo qui sotto spiega in dettaglio come mai questo tipo di elminti possa essere passato inosservato fino ad ora.



Stadi di sviluppo del parassita intestinale umano "a corda”

Articolo inviato ad arxiv.org il 13 gennaio del 2013
Autori: Alex A. Volinsky, Ph.D (a*), Nikolai V. Gubarev, Ph.D (b), Galina M. Orlovskaya, RN-C (c), Elena V. Marchenko, M.D., Ph.D (d)

a Dipartimento di ingegneria meccanica, Università della Florida del Sud, Tampa FL 33620, USA
b Occupational Safety Ltd. (OOO “Bezopasnost Truda”), 32 ul. Koli Tomchaka, suite 14, San Pietroburgo 196084, Russia
c Dipartimento di Chirurgia, Ospedale di San Pietroburgo No. 15, 4 Avangard St., San Pietroburgo 198205, Russia
d Al momento senza alcuna affiliazione, precedentemente ricercatore volontario al Centro per il cancro e Istituto di ricerca H. Lee Moffitt, 12902 USF Magnolia Drive, Tampa FL 33612, USA

* per corrispondere con l'autore. telefono: +1 813 974 5658, Fax: +1 813 974 3539
Email: volinsky(at)usf.edu

Riassunto

Questo articolo descrive i cinque stadi di sviluppo del parassita umano detto a corda. I parassiti a corda sono stati scoperti in seguito alla loro espulsione con la pulizia intestinale tramite clistere. Gli stadi adulti del parassita vivono nel tratto gastrointestinale umano e sono anaerobi. Essi si muovono all'interno del corpo rilasciando bolle di gas che usano come propulsione a getto. I parassiti a corda hanno l'aspetto di una corda, e possono essere lunghi oltre un metro. Ad essi occorrono decine di anni per raggiungere lo stadio adulto (quinto stadio). Il quarto stadio sembra simile, ma il parassita è più corto ed ha un corpo più molle e più viscido. Il terzo stadio ha l'aspetto di una medusa con delle diramazioni. Il secondo stadio ha l'aspetto di muco viscido e viscoso, o di muco con bolle di gas visibili che hanno la funzione di ventose. Il primo stadio ha l'aspetto di muco ancora più viscido con meno bolle, che si può trovare praticamente ovunque all'interno del corpo.
Nell'articolo sono menzionati anche i metodi antielmintici.

Parole chiave: Nuovo taxa; parassiti a corda; funis parasitus; elminti; parassita intestinale umano; stadi dello sviluppo.

Introduzione

I vermi parassiti umani sono classificati come nematodi (ascaridi), cestodi (tenie), trematodi (fasciole) e monogenei (Grove, 1990). Si stima che un uomo su quattro ospiti dei parassti intestinali (Watkins and Pollitt, 1997, World Development Report, 1993), il che significa che ci sono molte persone che sono portatrici di stadi intermedi dei parassiti. Gli esseri umani possono essere portatori anche di stadi intermedi di parassiti animali, come gli ascaridi del gatto. I vermi parassiti hanno cicli vitali differenti, e utilizzando a volte gli esseri umani come ospiti permanenti o temporanei. E se ci fosse un parassita che non ha stadi intermedi al di fuori dell'essere umano, che vive e muore all'interno degli uomini? Tale specie, detto parassita corda, overo in Latino funis parasitus, è stato recentemente scoperto e descritto (Gubarev, 2009, Volinsky et. al. 2013). Esso non cade sotto nessuna categoria parassitologica nota. Se ci si basa sull'analisi dell sue caratteristiche, si può pensare che questo pre-nematode sia più antico degli altri parassiti.

Quinto stadio del parassita a corda adulto

Le figure 1 mostrano i parassiti a corda umani pienamente sviluppati espulsi con i clisteri da un adulto di 45 anni. Questi parassiti anaerobi assomigliano alle feci umane, e si seccano se lasciati all'aria aperta al di fuori del corpo umano. Essi sono detti vermi a corda (funis parasitus in Latino) perché assomigliano alle fibre intrecciate di una corda (Figure 1). Il colore dei vermi a corda depende dal cibo che viene mangiato dall'uomo, e varia dal nero al bianco. Quando una persona digiuna, con i clisteri si osservano fuoriuscire vermi di colore bianco, che pare quindi essere il loro colore originale. I vermi a corda possono essere localizzati praticamente ovunque all'interno del corpo umano, ma preferiscono il canale digerente, specialmente il piccolo ed il grosso intestino. Essi si avvolgono su se stessi come un cavatappi, aumentando così loro sezione e bloccando il lume dell'intestino. In questa maniera [avvolgendosi] i vermi a corda spremono delle sostanze liquide dalla materia fecale, di cui si nutrono per assorbimento osmotico. A tal fine il parassita a corda ha una moltitudine di canali disposti lungitudinalmente. I parassiti emettono delle bolle di gas attraverso questi canali utilizzando una propulsione a getto (Volinsky et. al. 2013). Essi sono attivi soprattutto la notte, tra l'una e le sei antimeridiane. Una forte attività di tali parassiti ed il conseguente rilascio di tossine possono alterare l'attenzione e le reazioni umane.




Figure 1. Stadi adulti del parassita a corda (fuoriuscito da un uomo di 45 anni). 

 Qui di seguito le ragioni per le quali i parassiti a corda possono permanere nel corpo umanos enza essere espulsi dai movimenti peristaltici:

1) I parassiti a corda si attaccano all'intestino con le proprie teste o con delle ventose
2) I parassiti a corda adulti raggiungono oltre un metro di lunghezza, superando la lunghezza tipica dei contenuti fecali;
3) I parassiti a corda si muovono emettendo bolle utilizzando una propulsione a getto; 4) I parassiti a corda si avvolgono su se stessi come un cavatappi e possono bloccare completamente il lume dell'intestino;
5) I parassiti a corda formano bolle di gas particolarmente grandi, che si sviluppano diventando ventose

Il quinto stadio adulto può essere espulso per mezzo dei clisteri con un decotto di eucalipto a cui vanno aggiunte diverse gocce di olio essenziale di eucalitpo, e successivo clistere con il succo di limone appena spremuto (Gubarev et. al. 2007).

Quarto stadio dei parassiti a corda

Il quarto stadio assomiglia al quinto stadio adulto, ma il parassita ha un corpo più molle e più viscido (Figura 2). Sia i parassiti al quinto stadio che quelli al quarto stadio possono nutrirsi di sangue. Essi possono emettere bolle per formare in seguito delle teste con cui attaccarsi, come si può vedere in Figura 2. Similmente a quanto avviene con il quinto stadio, lo stesso tipo clisteri con l'eucalipto e con il limone li può fare espellere (Gubarev et. al. 2007). Dovrebbe essere fatta molta attenzione nel corso del processo di eliminazione di questi elminti, dal momento che vengono lasciate ferite aperte nel lato interno dell'intestino che causano sanguinamento interno (vedi Figura 2).


Figura 2. Testa di un parassita a corda coperta di sangue; sul corpo del verme si notano molteplici bolle.

Terzo stadio, medusa con ramificazioni

Il terzo stadio ha l'aspetto di una medusa con delle ramificazioni, come mostrato nelle Figure 3. Il metodo per eliminarli comprende i clisteri con il bicarbonato (Gubarev et. al. 2006).


Figure 3. Medusa con diramazioni, terzo stadio dello sviluppo del parassita a corda.

Secondo stadio, muco viscoso con bolle

Il secondo stadio ha l'aspetto di un muco viscido e viscoso, ed emette bolle che in seguito vengono utilizzate come punti per attaccarsi (Volinsky et. al. 2013). Questo stadio lascia il corpo umano se si utilizzano clisteri con latte e sale (Gubarev et. al. 2007).


Figure 4. Muco viscoso con bolle, secondo stadio di sviluppo: a) veduta laterale; b) veduta dall'alto.

Primo stadio di sviluppo, muco viscoso

Il primo stadio del parassita a corda è il muco. Esso può essere ospitato praticamente in ogni zona del corpo umano. Similmente a quanto succede per il secondo stadio, i clisteri con il latte salato si rivelano utili per espellerlo (Gubarev et. al. 2009).

Figure 5. Muco viscoso, il primo stadio di sviluppo del parassita a corda, che sgocciola dai buchi del colino.

Bava tossica e pietre fecali

I parassiti a corda (nel loro quinto stadio) sono anche capaci di produrre la bava tossica che si può vedere nella figura 6a. Questo succede quando essi vengono irritati da cibo speziato, caldo o freddo, etc. I parassiti a corda adulti producono anche pietre fecali come quelle visibili nelle figure 6b e 6c. Sulle pietre fecali si riconosce facilmente la presenza di alcuni punti brillanti, che assomigliano a dei semi di sesamo, come si può osservare nella Figura 6b. Tutte le pietre fecali raccolte da differenti persone avevano queste caratteristiche. Le pietre fecali vengono espulse dall'intestino con clisteri di acqua e piccole quantità di aceto. La Figura 6c mostra un parassito a corda adulto con la pietra fecale ad esso attaccata. Allo stato attuale non è chiaro quale sia la funzione di queste pietre fecali; potrebbe avere funzioni riproduttive o servire come riserva di cibo .

Discussione

I primi tentativi di scrivere la struttura dei parassitia corda adulti, basata sulla microscopia ottica, ha rivelato che essi hanno molteplici canali riempiti di bolle di gas (Volinsky et. al. 2013). Il corpo del parassita è formato da cellule che somigliano a scaglie. Gli autori stanno lavorando alla ripresa di immagini ottenute con la microscopia elettronica al fine di comprendere meglio la struttra del parassita a corda.
Si sta lavorando anche ad un sequenziamento del DNA per fornire la prova alla comunità dei parassitologi che tale entità sia realmente un parassita di recente scoperta.

I parassiti a corda non sono stati scoperti precedentemente per le seguenti ragioni:

1) I parassiti a corda impiegano decine di anni per arrivare al quinto stadio del loro sviluppo che assomilia a un elminta;
2) I parassiti a corda raramente fuoriescono dal corpo umano come adulti pienamente sviluppati;
3) I parassiti a corda assomigliano ad escrementi umani, con i quali vengono spesso confusi;
4) I parassiti a corda non si muovono all'aria aperta, al di fuori del corpo umano;
5) I parassiti a corda vengono spesso confusi con il rivestimento dell'intestino.


Figure 6. a) Bava tossica prodotta dai parassiti a corda; b) pietre fecali prodotte dai parassiti a corda; c) parassita a corda adulto che produce una pietra fecale.

Conclusioni

Sono stati descritti i cinque stadi del parassita anaerobo umano detto parassita a corda (funis parasitus in Latino). I metodi antielintici noti comprendono clisteri con latte e sale, bicarbonato di sodio, eucalipto, seguito dal clistere col succo di limone appena spremuto. I parassiti a corda possono nutrirsi di sangue umano, e quindi dovrebbe essere messa una speciale attenzione nel processo di eliminazione di questi elminti per evitare sanguinamento interno .

Referenze







  • Grove D.I., 1990. A history of human helminthology. Oxford University Press, Wallingford, pp. 1- 33.
  • Gubarev N.V., Gubarev A.V., Orlovskaya L.P., Orlovskaya G.M., Pakulina O.N., 2006. Method of human dehilminthation/Sposob izgnaniya gelmintov iz organizma cheloveka, Russian Federation Patent RU (11) 228110.
  • Gubarev N.V., Gubarev A.V., Lebedev S.A., Orlovskaya L.P., Orlovskaya G.M., Pakulina O.N. 2007. Method of human dehilminthation/Sposob izgnaniya gelmintov iz organizma cheloveka, Russian Federation Patent RU2270688.
  • Gubarev N.V., Lebedev S.A., Orlovskaya L.P., Pakulina O.N., 2007. Method of human dehilminthation/Sposob izgnaniya gelmintov iz organizma cheloveka, Russian Federation Patent RU2250111. [vedi la traduzione in italiano - N.d.T.]
  • Gubarev N.V., 2009. Helminths known and....unknown/Gelminty izvestnye i…neizvestnye, Special Literature, First Class Publishing, St. Petersburg (In Russian).
  • Volinsky A.A., Gubarev N.V., Orlovskaya G.M., Marchenko E.V., 2013, Human anaerobic intestinal “rope” parasites, arXiv:1301.0953, http://arxiv.org/abs/1301.0953

  • , Submitted January 5th, 2013.






  • Watkins W.E., Pollitt E., 1997. 'Stupidity or worms': Do intestinal worms impair mental performance?. Psychological Bull. 121(2), 171-91.
  • World development report 1993: Investing in health, 1993. Published for the World Bank, Oxford University Press, p. 79.
  • 17 comments:

    1. a) A me sembrano tessuti umani deteriorati, probabilmente proprio dai clisteri etc etc
      b) Ma quando scrive è fatto o cosa?

      ReplyDelete
    2. Credo sia semplicemente decerebrato. Per maggiori dettagli (sui rope worms, non sul deficiente) puoi leggere questo: http://www.sciencebasedmedicine.org/rope-worms-cest-la-merde/ Molto interessante e istruttivo anche il resoconto sui centri per la pulizia del colon e i curiosi effetti degli speciali beveroni che vengono somministrati ai pazienti, fatto da Terzani in "Un altro giro di giostra".

      ReplyDelete
    3. penna gli unici parassiti sono i complottisti come te che spargono su internet queste scemenze a danno della salute di persone troppo ingenue e suscettibili che ci cascano, di fatto diffondi notizie false, di fatto questi "vermi a corda" non esistono, non sono mai stati osservati nelle analisi cliniche, con tutta probabilità sono i danni causati dalle porcherie da trangugiare, che i fuffari come te propinano sul web !

      ReplyDelete
      Replies
      1. Cito dal link che ho indicato ieri:
        " When rope worms were tested for DNA, only human DNA was found."

        Serve aggiungere altro?

        Delete
    4. Azz... l'homo cannabiensis deve avere il prorio intestino infestato da vermi parassiti, visto quanto (stra)parla di malattie inetsinali ...

      ReplyDelete
    5. Stadi di sviluppo del parassita intestinale umano "a corda” - un nuovo parassita di recenete e controversa scopertadi

      Non rilegge nemmeno il titolo, figuriamoci quanto "corretto" può essere il resto ...
      Ormai il penna (minuscola dovuta) ha sempre più il cervello in pappa.

      ReplyDelete
    6. ma chi e' sta gente di mer...da che dice che sono sciocchezze il parassita a corda??? a me l'hanno trovati nelle feci....proprio come in foto e sono vermi... Prima di parlare e sparare stron...zate informatevi !

      ReplyDelete
    7. Buongiorno a tutti. Io sono 3 mesi che stò facendo digiuno terapeutico e cristeri tutti i giorni e tutti i giorni ne espello qualcuno!!! Sono ancora scettico ma mi stò convincendo che siano proprio vermi

      ReplyDelete
    8. Buongiorno a tutti. Io sono 3 mesi che stò facendo digiuno terapeutico e cristeri tutti i giorni e tutti i giorni ne espello qualcuno!!! Sono ancora scettico ma mi stò convincendo che siano proprio vermi

      ReplyDelete
    9. Wau... li abbiamo fatti analizzare, sono vermi, parassiti. Non credete a chi dice il contrario... congratulazioni per questo articolo.

      ReplyDelete
      Replies
      1. Ciao, posso chiederti dove li avete fatti analizzare? Io ne sono piena ma nessuno riesce a dirmi cosa siano. Grazie...

        Delete
      2. Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

        Delete
    10. confermo i parassiti a corda esistono eccome e ce li abbiamo quasi tutti purtroppo, perlomeno allo stadio iniziale. la medicina ufficiale allopatica è cieca e sorda perchè preferisce venderti farmaci tappa-sintomi che ti rendono loro cliente a vita invece di cercare la causa di malattie ed infezioni... i commenti degli scettici sono sempre dei soliti che dicono che le scie chimiche non esistono, non guardano mai in su ma solo all'altezza dell uccello padulo!

      ReplyDelete
    11. This comment has been removed by a blog administrator.

      ReplyDelete