L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Thursday, August 20, 2015

Studio scientifico statunitense conferma le operazioni di geoingegneria clandestina - Ora aspettiamo le denunce per omicidio e favoreggiamento presentate dallo Strakkino

 

http://www.tankerenemy.com/2015/08/studio-scientifico-statunitense.html#.VdX15X0gfgw



 
 
http://www.freezepage.com/1442605228BYDHYGZXVG

14 comments:

  1. Denunce?
    Si ma a carico del CRIMINALE rosario FALSARIO marcianò!
    rosario, quanti mesi mancano al tuo ingresso in GATTABUIA?
    Sai essendo ti un CRIMINALE con metodi MAFIOSI, fratello di uno SCIACALLO NAZIFASCISTA, la galera si avvicina sempre di più

    ReplyDelete
  2. Solita roba, analizzano le pozzanghere e il filtro dell'aspirapolvere della nonna ....

    ReplyDelete
  3. Mettiamo un po' di puntini sugli "i".
    condotto dallo scienziato J. Marvin Herndon, per conto dell'"Enviromental research and public health"

    Il "International Journal of Environmental Research and Public Health" è una rivista "open access" edita online dalla MDPI (Multidisciplinary Digital Publishing Institute).
    Scrivere "per conto di..." vorrebbe dire che l'editore ha commissionato lo studio.
    Risulta da qualche parte? A me no. A meno che straker non voglia illuminarci, rimane il sospetto che sia la solita frase buttata lì a caso.
    A meno che non si ricordi che l' MDPI, per pubblicare un articolo, chiede all'autore una tang... ehmmm... un contributo di 1600 CHF (poco meno di 1500 euro). In tal caso c'è da credere che questa specie di Garamond (cfr. "Il Pendolo di Focault") non si faccia scrupoli a sollecitare articoli agli APS (Autori a Proprie Spese) che ne garantiscono la sopravvivenza.

    Entrando più nel merito dell'articolo, tutti i riferimenti alla geoingegneria sono assolutamente arbitrari, campati per aria e senza alcuna dimostrazione.
    Gli unici dati riportati, che effettivamente hanno il pregio di una certa coerenza, dimostrano che le sostanze presenti nella pioggia sono praticamente indistinguibile dalla frazione contenuta nelle ceneri più leggere ("volanti") emesse dalla combustione del carbone.
    This is strong evidence that the substance emplaced into the troposphere is coal fly ash. At a 99% confidence interval, the two sets of data [analisi acqua piovana e analisi ceneri di carbone] have the same mean (T-test) and the same variance (F-test).

    L'articolo, quindi, smentisce tutte le elucubrazioni strakeriane di irrorazioni specifiche di bario o alluminio o quello-che-gli-passa-per-la-testa.
    Anzi: dice chiaramente che "The presence of strontium together with barium suggests that the undisclosed particulate matter is derived from a natural product, because alkaline earth elements, Group II on the Periodic Table, behave similarly and are often found together
    in nature.
    . Cioè "natural product" e non il fantasioso stadis o altre formulazioni che straker si inventa quando e come gli fa comodo per sostenere le sue stupidaggini.

    I campioni di pioggia analizzati sono stati raccolti a San Diego (CA) dove, a detta dell'autore (ma la cosa è credibile) non ci sono sorgenti di inquinamento di quel tipo.
    Ma è lo stesso straker a dire che le particelle [...] più piccole possono rimanere sospese nell'aria per giorni e anche per settimane. ( http://strakerenemy.blogspot.it/2013/01/polveri-sottili-e-guerra-climatica.html )
    Quindi, in settimane, le "coal fly ash" possono viaggiare anche su lunghe distanze trasportate dai venti; quindi possono essere state generate in qualsiasi luogo.

    In sostanza: la parte sperimentale sembra condotta abbastanza seriamente (manca, purtroppo il dato della quantità assoluta degli inquinanti nella pioggia, ma sono riportate le sole quantità relative). Però è stata inquadrata nel "frame" completamente arbitrario delle irrorazioni per la geoingegneria, e non si capisce il perché, a meno che non sia una strizzatina d'occhio per i fuffari che in queste cose ci sguazzano come trote in un torrente.
    Infatti tanto basta a straker per andare in brodo di giuggiole, sebbene neanche capisca che quanto mostrato dall'articolo è la negazione di gran parte delle sciocchezze da lui sostenute.

    ReplyDelete
  4. Scusate stanno rifornendo il mio aereo per irrorare sanremo di morghelloni bario tossici, nel mentre che i serbatoi si riempiono mi viene da leggere l' ultima cazzata strakkiniana, ma possibile che questo incapace non riesca a comprendere quello che legge ? Continuaa suonarsela e cantarsela da solo in modo davvero patetico.

    ReplyDelete
  5. a proposito di puntini sulle i, solo per precisare che gli APS di Garamond pubblicavano sotto l'etichetta "Manuzio", l'equivalente fiction di Uno Editori ("Schie chimiche - la guerra segreta", 2015), Draco Edizioni ("Scie chimiche - La verità nascosta: le prove", 2009) e LULU.com ("Scie chimiche - la verità nascosta", 2007)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ti sei dimenticato dell'altro capolavoro di "Apocalissi aliene".

      Un aiuto per mamma Rita.
      #strakerpuppa

      Delete
    2. This comment has been removed by the author.

      Delete
    3. @ eFFFe: E' vero. Era la Manuzio, mentre la Garamod era la casa editrice seria. Ero andato a memoria, e ho fatto confusione. Sorry.

      Delete
  6. @mastrocigliegia:
    Confermo tutto quello che dici, e aggiungo che nell'ambiente della ricerca (quella vera, non quella dei fuffari) pubblicare sulle riviste open spiace non solo non ha alcun valore, ma è considerato disdicevole, e con tutte le ragioni del mondo.
    Inoltre, consiglierei a tutti di fare una ricerchina sull'autore di quel capolavoro: ne troverete delle belle, ma non vi dico niente per non rovinarvi la sorpresa.

    ReplyDelete
  7. Piú che un luminare é il classico scienziato alternativo, tutto dedito ad elaborare teorie che vadano contro quelle accettate dalla comunitá scientifica, senza ovviamente portare stracci di prove su ció che sostiene.

    Rovino la sopresa e propongo un paio di sue perle :

    Il nucleo terrestre é un reattore a fissione e questo, a suo dire, sarebbe la sorgente di calore della terra oltre che spiegare il suo campo magentico

    La terra si sarebbe formata a partire da un pianeta gigante gassoso come giove e staurno che avrebbe perso in maniera catastrofica, non capisco per quale ragione, la sua enorme atmosfera gassosa.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Gombloddo !11!!!
      Lo sanno tutti che la Terra è cava ed è piatta (alla faccia della coerenza): non c'è nessun reattore a fusione, ma la base alieno-nazista controllata dai rettiliani.

      A parte gli scherzi. Grazie di esistere!

      Delete
  8. Nooooooo, il libro capolavoro e dono umanitario procede nell'affondamento.
    Oggi scende al 34mo posto e viene superato da "Il Potere di Adesso - Una Guida all'Illuminazione Spirituale" in classifica da due anni (quindi ormai esausto).

    ReplyDelete
  9. Interessante vedere i commenti all'articolo (chiamiamolo così), al momento ci sono 15 commenti, 10 sono di straker e uno di zret...sembra che l'argomento non attiri.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non è che non attiri, è che per quanto sia uno studio farlocco, rimane comunque troppo complicato per il target medio delle strakretinate, motivo per cui non ne discutono e non si accorgeranno mai della sua farlocchitudine (ma sta certo che lo riproporranno acriticamente in giro, che almeno sino a come fare copincolla selvaggio ci arrivano):

      Delete