L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Saturday, February 16, 2013

I Codici secondo 'o comandante


RESOCONTO SULL'UDIENZA SVOLTASI OGGI, 15-02-2013

All'apertura del dibattimento nel processo per "diffamazione" a carico di Rosario Marcianò, il Giiudice Marco Zocco ha chiesto se erano presenti tutti i testimoni (della difesa e della parte civile), ma è risultato che nessuno aveva avvertito i testimoni della difesa con una convocazione scritta, come di rito. Constatata quindi l'assenza dei testimoni a difesa di Rosario Marcianò, il Giudice ha deciso di proseguire ugualmente, procedendo all'escussione dei testimoni della... "parte offesa" e cioè Enrico Nigrelli e Daniela Selvini, rispettivamente figlio e nuora di Angelo Nigrelli, conosciututo su Facebook con il nome di comodo Mario Lipuma.

L'avvocato difensore ha eccepito su un vizio di imputazione, in quanto la diffamazione a mezzo stampa non è contemplata per i blog, che non sono assimilabili a testata giornalistica. Il Giudice ha accettato l'eccezione. Per questo motivo è risultata anche evidente la mancanza di udienza preliminare. Formalmente il processo non avrebbe quindi potuto proseguire per un evidente vizio di forma, ma si è deciso comunque di procedere con il dibattimento.

Ascoltati i testimoni della "parte offesa", costituitisi, come di rito, "parte civile", si è avuta conferma della linea che l'accusa segue in questo caso in cui il soggetto diffamato, insultato e calunniato quotidianamente, viene sottoposto a processo. SUBLIME!

Il Giudice Marco Zocco, ascoltati i testimoni e valutate alcune posizioni ambigue del processo, ha chiesto più volte alla parte civile se aveva intenzione di rimettere la querela. I Nigrelli hanno rifiutato questa opzione. A tale richiesta il sottoscritto, pur chiarendo la sua disponibilità, in linea di principio, a non proseguire nella lite, ha voluto evidenziare di fronte al Giudice che l'attuale situazione non permette la remissione delle querele sporte contro i Nigrelli, in quanto non sussistono garanzie sulla scomparsa dalla Rete delle centinaia di interventi calunniosi ed ingiuriosi ad opera della "parte offesa", a danno del sottoposto a processo penale e che a tutt'oggi proseguono. Il sottoscritto ha pure aggiunto che preferisce che il processo prosegua, al fine di addivenire alla verità. Il Giudice, constatando tale situazione, ha deciso quindi di proseguire. Giunti alle ore 13:30, lo stesso Marco Zocco conclude con l'audizione dei testimoni Nigrelli e Selvini, rinviando a prossima udienza, fissata per il 25 ottobre 2013, nel corso della quale verrano finalmente ascoltati i testimoni a difesa e lo scrivente che potrà, secondo le indicazioni del magistrato, preparare una relazione scritta che sarà messa agli atti e valutata come testimonianza.

Che dire...  Ne avrei un sacco e una sporta, di commenti, ma per ora lascio stare. Giusto per pietà.
tdm

Aggiornamento 16/2/2013 h. 17.40 c/ca:

Errata corrige

Per quanto sulla bacheca la cancelleria avesse esposto il nome di Marco Zocco, il Giudice del dibattimento di ieri era Eduardo Bracco.

STRACCIONE: ma quale bacheca, Zocco è il PM http://tinyurl.com/cn4rw3m, il Giudice è Bracco http://www.tribunalesanremo.it/it/Content/Index/13426 . Un consiglio: smettila di vomitare insulti verso i magistrati, sta' zitto ché è meglio, peggio la toppa del buco :)

 

27 comments:

  1. In tena di "disinformatori prezzolati":

    http://www.giornalettismo.com/archives/772489/chi-finanzia-il-negazionismo-dei-cambiamenti-climatici/


    ReplyDelete
    Replies
    1. In tena di "disinformatori prezzolati":

      Forse, agente bombarda, avresti voluto dire teNIa, anziché teMa :)))))

      ilpeyote bel lapsus

      Delete
  2. Udienza del 15 Febbraio 2013: come si sono svolti i fatti.

    AH AH AH. Strakky sei una comica. La parte più divertente secondo me è questa: "il sottoscritto, pur chiarendo la sua disponibilità, in linea di principio, a non proseguire nella lite"

    Strakky, povero pirla, per forza che sei disponibile a non proseguire nella lite: hai torto marcio e sei colpevole. Ragazzi, qui ci sarà da ridere per mesi.

    ReplyDelete
  3. L'avvocato difensore ha eccepito su un vizio di imputazione, in quanto la diffamazione a mezzo stampa non è contemplata per i blog, che non sono assimilabili a testata giornalistica.

    Mah, a me pareva che il reato contestato fosse di diffamazione e basta (art. 595 CP)...

    Per questo motivo è risultata anche evidente la mancanza di udienza preliminare. Formalmente il processo non avrebbe quindi potuto proseguire per un evidente vizio di forma, ma si è deciso comunque di procedere con il dibattimento.

    E' arrivato il Ghedini dei poveri (di spirito)... Ma quale vizio di forma, leggiti il CP a partire dall'art. 416, poveretto. Se non vi fosse UP in un processo penale, ci sarebbero titoli a 5000 colonne su tutti i giornali...

    ma è risultato che nessuno aveva avvertito i testimoni della difesa con una convocazione scritta, come di rito. Constatata quindi l'assenza dei testimoni a difesa di Rosario Marcianò

    Anche qui: leggi il CP (artt. 194/207). E chi sarebbe dovuto essere convocato, forse paolo himmler, megrè guardacheluna, antiminchiatanker o i tuoi cloni & fake?

    ReplyDelete
  4. ma è risultato che nessuno aveva avvertito i testimoni della difesa con una convocazione scritta

    E chi li doveva avvertire, Straker???

    Lo sai chi lo deve fare?? IL TUO AVVOCATO!!!

    E lo dico perchè di recente sono comparso come testimone della difesa in processo penale... A me è arrivata una comunicazione con RACCOMANDATA CON RICEVUTA DI RITORNO con la quale l'avvocato difensore mi convocava a testimoniare, pena l'applicazione di un articoletto del codice penale...

    Com'è che il tuo avvocato non ha citato nessuno??

    J.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Confermo, agente Jabba: l'ultima volta che son stato chiamato a testimoniare per la difesa ad un processo penale (1 anno e 1/2 fa più o meno, se non ricordo male) non m'è arrivato NULLA dal Giudice - ovviamente: come minchia fa a sapere quali saranno TUTTI i testimoni, dato che si possono anche citare 'al momento'?

      ps: cfr. articoli CPP citati

      pps: scusate le semplificazioni

      Delete
  5. Cominciamo? Cominciamo.

    Vediamo di sbufalare il “resoconto” dell’udienza del 15-02-2013 postato da Strakkino (tra parentesi miei commenti).

    Non me ne vogliano i veri avvocati per eventuali imprecisioni.

    Parte prima.

    All'apertura del dibattimento nel processo per "diffamazione" a carico di Rosario Marcianò, il Giiudice Marco Zocco ha chiesto se erano presenti tutti i testimoni (della difesa e della parte civile), ma è risultato che nessuno aveva avvertito i testimoni della difesa con una convocazione scritta, come di rito.

    (Strakkino, i testimoni a difesa devono essere convocati dal TUO avvocato. Cosa è successo, Strakkino, avete avuto paura di ritirare anche la raccomandata del TUO avvocato? Inoltre che cazzo ci faceva in Tribunale tuo fratello Zret? E’ venuto a cambiare aria? E come mai a tuo fratello è stato imposto lo stesso trattamento dei testimoni, se non era un testimone? Strakkino sei il solito pallista.)

    Constatata quindi l'assenza dei testimoni a difesa di Rosario Marcianò, il Giudice ha deciso di proseguire ugualmente, procedendo all'escussione dei testimoni della... "parte offesa" e cioè Enrico Nigrelli e Daniela Selvini, rispettivamente figlio e nuora di Angelo Nigrelli, conosciututo su Facebook con il nome di comodo Mario Lipuma.

    (Strakkino, non mischiare le carte. La parte lesa sono Enrico Nigrelli e Daniela Selvini e non Angelo Nigrelli)

    L'avvocato difensore ha eccepito su un vizio di imputazione, in quanto la diffamazione a mezzo stampa non è contemplata per i blog, che non sono assimilabili a testata giornalistica.

    (Strakkino tu sei imputato di diffamazione. Se stampo 50 manifesti con scritto “Tizio è un ladro” e li appendo per la città non è che non posso essere denunciato per diffamazione perché non l’ho pubblicato su un giornale. Basta solo il fatto che più persone abbiano potuto leggere il manifesto. La pubblicazione sul tuo blog-fogna equivale ad aver appeso i manifesti in città.)

    Il Giudice ha accettato l'eccezione. Per questo motivo è risultata anche evidente la mancanza di udienza preliminare. Formalmente il processo non avrebbe quindi potuto proseguire per un evidente vizio di forma, ma si è deciso comunque di procedere con il dibattimento.

    (Strakkino, non raccontare palle e non fare la vittima. Nel diritto la sostanza è forma e se ci fosse stato un vizio di forma NESSUN giudice avrebbe fatto proseguire il processo. Inoltre se ci fosse un vizio di forma dovresti essere il primo ad essere contento: l’annullamento è assicurato. Ma ovviamente sai benissimo che non è vero: è tutto mangime per gonzi.)

    Continua parte seconda...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ops!
      Piccolo refuso.
      Volevo dire che nel diritto ”la forma è sostanza".

      Delete
  6. Parte seconda.

    Ascoltati i testimoni della "parte offesa", costituitisi, come di rito, "parte civile", si è avuta conferma della linea che l'accusa segue in questo caso in cui il soggetto diffamato, insultato e calunniato quotidianamente, viene sottoposto a processo. SUBLIME!

    (Strakkino, lo vedi che mischi le carte per intortare i gonzi? Come cazzo fanno i “testimoni” a costituirsi parte civile? Solo la parte offesa può farlo, ed in questo caso ha fatto benissimo. Ti devono levare anche la pelle del culo!!).

    Il Giudice Marco Zocco, ascoltati i testimoni e valutate alcune posizioni ambigue del processo, ha chiesto più volte alla parte civile se aveva intenzione di rimettere la querela. I Nigrelli hanno rifiutato questa opzione. A tale richiesta il sottoscritto, pur chiarendo la sua disponibilità, in linea di principio, a non proseguire nella lite, ha voluto evidenziare di fronte al Giudice che l'attuale situazione non permette la remissione delle querele sporte contro i Nigrelli, in quanto non sussistono garanzie sulla scomparsa dalla Rete delle centinaia di interventi calunniosi ed ingiuriosi ad opera della "parte offesa", a danno del sottoposto a processo penale e che a tutt'oggi proseguono. Il sottoscritto ha pure aggiunto che preferisce che il processo prosegua, al fine di addivenire alla verità. Il Giudice, constatando tale situazione, ha deciso quindi di proseguire.

    (AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH Strakkino, ora vorresti uscirne senza colpo ferire, vero? Strakkino, tu sei l’imputato e non puoi rimettere alcuna querela!! E’ la parte offesa, che non sei TU Strakkino, che può decidere di rimettere la querela, ed anche in questo caso ha fatto benissimo a rifiutare.)
    Giunti alle ore 13:30, lo stesso Marco Zocco conclude con l'audizione dei testimoni Nigrelli e Selvini, rinviando a prossima udienza, fissata per il 25 ottobre 2013, nel corso della quale verrano finalmente ascoltati i testimoni a difesa e lo scrivente che potrà, secondo le indicazioni del magistrato, preparare una relazione scritta che sarà messa agli atti e valutata come testimonianza.


    In conclusione, Strakkino, sei un coglione.

    Ubi maior, Strakkino cessat.

    ReplyDelete
  7. Che razza di demente...

    Pensa a tirar fuori i soldi per pagare l'avvocato, invece di inventare troiate 'giuridiche'. Ti do un consiglio: spingi tuo fratello a chiedere la cd. "cessione del quinto" (dello stipendio) per la bisogna :)

    Prevengo: scommettiamo che tra poco partirà l'ennesima colletta? Infine: non avresti potuto utilizzare i soldi per il giocattolino natalizio per quest'"evenienza"? Ma magari l'hai già fatto, rivendendolo/svendendolo per 4 c., è da un po' di giorni che non mostri micron :)))))

    ReplyDelete
  8. Strakkino, come già detto da TDM, in questo processo sei TU l'imputato e non puoi rimettere un bel nulla, è la parte offesa che può rimettere la querela non TU. Ovviamente saresti ben contento se i Nigrelli avessero rimesso la querela, SEI TU l'IMPUTATO, ma non lo hanno fatto, CAZZI TUOI.
    Riguardo i testimoni a difesa, anche se dubito fortemente che ce ne siano, se non erano presenenti, la colpa è del TUO AVVOCATO che avrebbe dovuto avvisarli.
    Il 25 ottobre poi non ci potranno essere più scuse ,o i testimoni saranno presenti, cosa di cui dubito,o il giudice dovrà constatare che di testi a difesa proprio non ce ne sono, cosa molto probabile, e quindi non potrà fare altro che procedere in giudizio. Immagino che sarà abbastanza incazzatallo per aver dovuto perdere tempo per un motivo non sussistente, poi potrebbe anche sentire di essere stato preso per i fondelli.
    Rosario devi metterti in zucca che in una corte di giustizia non puoi continuare a bluffare e raccontar palle, alla fine DOVRAI presentare fatti e se non ne hai, molto probabile visto che sei solo un contaballe, saranno TUTTI CAZZI TUOI !!!

    ReplyDelete
  9. Strakkino sei proprio un gran contafrottole, i testimoni a difesa c'erano o, meglio, c'era : TUO FRATELLO !!!

    D'altronde quello che hai scritto è ad uso e consumo dei babbei che si bevono tutte le frottole, menzogne e troiate che racconti.
    Rssegnati Rosario il processo prosegue e tu devi continuare a pagare il tuo avvocato impegnato in una missione impossibile ...

    ReplyDelete
  10. Strakky, la differenza è che tu accusi di essere dei criminali delle persone che nulla hanno a che vedere con qual si voglia crimine, sopratutto quando di fantasia, quindi la tua è diffamazione.

    Noi non ti accusiamo di crimini inesistenti (frode, evasione fiscale ed altro), ed inoltre facciamo solo presente quanto cretino sei, il che non è diffamazione. Ti prendiamo per il culo, ed anche questo non è diffamazione, ma sopratutto, ci fai tanto ridere, e vorremmo vederti in galera solo perché poi la smetti di dire troiate.

    ReplyDelete
  11. A forza di raccontare balle, uno che non sia molto intelligente e con una memoria di ferro si incasina, il che è proprio il caso di Rosario "Pirlocchio" Marcianò

    Adesso Rosario "Mattock" Marcianò scrive:
    ma è risultato che nessuno aveva avvertito i testimoni della difesa con una convocazione scritta, come di rito.

    Ma nell'ultima settimana ha tappezzato tutti i suoi siti con questo (esempio qui e qui):
    Ricordo agli amici che seguono Tanker Enemy e le kafkiane vicissitudini con la giustizia (con la g minuscola) del suo Presidente, che la prossima udienza nel processo penale per supposta diffamazione (è tutta da provare!) è prevista per il 15 febbraio 2013. In questa occasione non saranno ancora richiesti i testimoni a difesa, la cui lista è già stata presentata nei mesi scorsi. Per questo motivo, la loro presenza non è indispensabile, a meno che non si voglia assistere al dibattimento.


    La domanda a questo punto è sempre la stessa: Rosario "Mammasantissima" Marcianò è deficiente di suo, oppure si comporta così sapendo che chi lo segue non può che essere un perfetto deficiente?
    La mia risposta è anche lei sempre identica: entrambe le cose.

    ReplyDelete
  12. Il mio piccolo resoconto:

    http://sanremo-wasp.blogspot.it/2013/02/la-verita-ti-fa-male-lo-so.html

    ReplyDelete
  13. I testimoni "a difesa" dell'imputato Marcianò esistono; i nomi erano pubblicati nella bacheca dove era annunciata l'udienza.
    Sono quattro e precisamente:
    Puppo ... (non ricordo il nome)
    Ivana Mannino
    Umberto Morazzoni
    Antonio Marcianò.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Puppo ... (non ricordo il nome)

      :D Non è che per sbaglio anche sulla bacheca dell'udienza c'era scritto

      STRAKER PUPPA!!!!

      Delete
    2. I testimoni "a difesa" dell'imputato Marcianò esistono

      Minchia, visto l'elenco dei personaggi, sono solidale con l'avvocato difensore di falsario cazzarò: è un compito improbo di per se stesso assistere legalmente lo straccione, se poi vengono chiamati a difesa certi figuri...

      Voglio dire: sarebbe come se Riina in un ipotetico maxiprocesso-2 chiamasse a testimoniare a sua discolpa Binnu Provenzano...

      Delete
    3. Minchia che bell'accozzaglia di allucinati!
      Fatemi capire, ma Morazzoni si porterà l'aceto nell'aula di tribunale? E Ivana Mannino starà attenta ai cani?
      E Zret? Il Giudice passerà il tempo a grattarsi durante la deposizione del testimone?
      Strakkino, sei un coglione.

      Ubi maior, Strakkino cessat.

      Delete
    4. Puppo ... (non ricordo il nome)

      Dilemma esitenziale di strakkino :

      PUPPO O NON PUPPO ?
      QUESTO É IL PROBLEMA !!!

      Delete
    5. Secondo te è un problema per straker? lui puppa sempre per definizione

      Delete
  14. XD non vedo l'ora di leggermi i commenti degli allucinati che lo seguono (o dei fake se la giornata è piatta)

    ReplyDelete