L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Sunday, July 21, 2013

Panneggi

http://zret.blogspot.it/2013/07/panneggi.html

Panneggi

E’ noto che Leonardo da Vinci amava dipingere i panneggi delle vesti: essi consentivano al genio rinascimentale di suggerire la tridimensionalità e la naturalezza. L’ombra indugia nell’incavo, scava le cose; la luce scivola sulla parte rilevata: ora il contrasto ora la gradazione fra lumeggiature ed ombreggiature rendono l’illusione della profondità, come fallace conferma che “là fuori” esiste qualcosa, uno spazio in cui abitare.

Dipingere, disegnare significano conoscere. Ha ragione Elemire Zolla, quando consiglia di effigiare gli oggetti al fine di comprenderli, di compenetrarli. Mentre si ritrae la natura o un altro soggetto, si scoprono i loro particolari che talora sfuggono anche all’osservazione più attenta. Ad esempio, non solo si riconosce che le spirali delle conchiglie rispecchiano gli avvolgimenti delle galassie, ma pure si rintracciano volute sulla buccia di molti frutti. Parimenti i fiori sono piccoli sistemi stellari. Tra l’altro, il movimento levogiro, il moto della vita, accomuna i corpi celesti e le piante.

Così un filo invisibile intesse l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo, dagli spazi siderali agli atomi, lasciando affiorare una segreta armonia. E’ questa armonia che gli artisti cercano di tradurre in immagini, suoni, colori... Resta da capire come essa possa coesistere con le aspre, violente dissonanze del cosmo. Resta da capire il suo vero significato di là dalla pelle delle cose.

I Maestri, quando trasfigurano la realtà, possono solo accennarne l’essenza enigmatica, imperscrutabile.


27 comments:

  1. Ma voi ci avete capito qualcosa di questa supercazzola? Io sinceramente no.


    P.S. Ma le spirali delle conchiglie non seguivano la progressione geometrica della Sezione Aurea?

    ReplyDelete
    Replies
    1. il broccolo frattale! la prima volta che ne ho visto uno, e non è successo troppo tempo fa, sono rimasto incantato a fissarlo e sarei rimasto a guardarlo per ore.. non riuscivo a credere di poter ammirare un frattale dal vivo!

      Delete
    2. Affascinante il cavolo, sembra un bell'insieme di Julia in 3D.

      Comunque anche le felci e i cristalli di ghiaccio all'interno delle scie chimiche sono molto frattalosi.

      Delete
  2. Ha sbagliato la prima lettera del titolo: invece che panneggi Vanneggi !!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. No, ha sbagliato proprio termine, era CaZZeggi,

      Delete
    2. Palleggi ... nel senso di sbattimenti di palle XD

      Delete
    3. Per non parlare della glossa puntuta e arguta.

      Ciao.

      Delete
    4. Per non parlare di 'sta fava.

      ilpeyote arguto due volte

      Delete
  3. Tra l’altro, il movimento levogiro, il moto della vita, accomuna i corpi celesti e le piante.

    ilpeyote tra l'altro sei un poveretto e pure coglione levogiro retrogrado e pure cornigero ignorante

    ReplyDelete
  4. Scusate se vi ammorbo, ma andiamo di incipit:

    E’ noto che Leonardo da Vinci amava dipingere i panneggi delle vesti: essi consentivano al genio rinascimentale di suggerire la tridimensionalità e la naturalezza. L’ombra indugia nell’incavo, scava le cose; la luce scivola sulla parte rilevata: ora il contrasto ora la gradazione fra lumeggiature ed ombreggiature rendono l’illusione della profondità, come fallace conferma che “là fuori” esiste qualcosa, uno spazio in cui abitare.

    Ai tempi di Leonardo non si dipingevano o quasi nudi (tranne - ovviamente - soggettti quali il peccato originale et similia, ad es) COGLIONE. In ogni caso, fatti una cultura qui http://tinyurl.com/n25a52y e di' quanti panneggi vedi, inutile straccione indipezzente.

    ReplyDelete
  5. Esatto ... inutile come i coglioni di un prete.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Direi di più: inutile come i coglioni di un prete eunuco.

      ilpeyote 'sto coglione manco sa che cosa vuol dire la parola coglioni

      Delete
    2. Lo sa, lo sa.
      Ne ha uno vicino in casa.

      Strakkino, sei un coglione.

      Ubi maior, Strakkino cessat.

      Delete
  6. Tra l’altro, il movimento levogiro, il moto della vita, accomuna i corpi celesti e le piante.

    Destrogiro e levogiro hanno un senso solo se c'è uno sviluppo della rotazione nelle tre dimensioni.
    Una galassia è sostanzialmente planare, e per essa il senso di rotazione dipende solo dalla direzione in cui si guarda, visto che non hanno una terza dimensione asimmetrica che consenta di distiguere un "alto" da un "basso" in modo univoco.
    In compenso le piante, con la sensibilità che le contraddistingue, non se la sentono di prendere per il culo lo Scopritore dei Principi Universali e per dargli il contentino si avvolgono un po' in modo levogiro e un po' in modo destrogiro.
    Fatica inutile, ché intanto lo Disvelatore dell'Assoluto ha come unico riferimento il proprio ombelico.
    O qualcosa lì vicino.

    ReplyDelete
  7. I Maestri, quando trasfigurano la realtà, possono solo accennarne l’essenza enigmatica, imperscrutabile.

    Invece i falliti spocchiosi, vittimisti e rosiconi come zretino, scrivono invece sproloqui incomprensibili :D

    ReplyDelete
  8. Ma i dementi han già trollato vaccate sul terremoto di stanotte nelle Marche? No, perché pare che la scossa più forte sia avvenuta alle 3.32, come a L'Aquila 4 anni fa.

    ReplyDelete
  9. E come no? Non hai letto sulla fogna?

    http://www.tankerenemy.com/2013/07/il-futuro-secondo-la-nasa-e-gia-qui.html?showComment=1374392571360#c2147899129494363186

    http://www.tankerenemy.com/2013/07/il-futuro-secondo-la-nasa-e-gia-qui.html?showComment=1374393586659#c7556122221889618321

    http://www.tankerenemy.com/2013/07/il-futuro-secondo-la-nasa-e-gia-qui.html?showComment=1374394374279#c2638338188137197586

    http://www.tankerenemy.com/2013/07/il-futuro-secondo-la-nasa-e-gia-qui.html?showComment=1374394508736#c6886592299907100529


    Strakkino, sei un coglione.

    Ubi maior, Strakkino cessat.

    ReplyDelete
    Replies
    1. E come no? Non hai letto sulla fogna?

      Grazie, vado a verificare. Sono appena tornato a casa dopo 2 settimane di ferie.

      Delete
    2. Appena tornato a casa dopo una giornata al mare. ;-)

      Strakkino, sei un coglione.

      Ubi maior, Strakkino cessat.

      Delete
  10. Ma ... adesso che HAAAAARP è spento ... come lo meniamo il torrone?

    Sterker?
    Zret?
    Corrado?
    Lannes?

    Andate a lavorare!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma non non é vero che HAARP è stato spento lo dimostra un documento del 2012 in cui c'è una previsione di bilancio in cui sono richiesti fondi per far operare HAARP fino al 2014.
      Oops mi sono dimenticato che i soldi richiesti in un budget possono non venir conecessi, così quei poveretti di HAARP lo hanno dovuto chiudere per mancanza dei fondi richiesti...
      Adesso gli sterker, i zret, i lannes, i corrado e compagnia brutta si devono ancor più arrampicare sugli specchi per sostenere le loro trioate

      Delete