L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Tuesday, July 24, 2012

La vespa e il calabrone

http://www.stampalibera.com/?p=49587
Diceva Voltaire: “Non sono d’accordo con quanto dici, ma mi farei ammazzare piuttosto che impedirti che tu lo dica”.
Questa frase mi fu insegnata da mio padre, quand’ero bambino e, come tante altre perle di saggezza che mi elargiva, non l’ho mai dimenticata.
Anche il sito Come Don Chisciotte la riporta nel frontespizio con queste parole: “Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo”.
E’ con questo spirito che mi accingo a dare la parola ad uno dei massimi oppositori viventi dei fratelli Marcianò, universalmente conosciuti nell’ambiente della complottologia per essere stati i pionieri dello studio di quel particolare fenomeno d’origine antropica che va sotto il nome di “scie chimiche”.
Sono conscio sia dell’importanza della questione, che della pericolosità dell’operazione che sto facendo, perché permettere a un “negazionista” delle scie chimiche di esprimersi su siti di controinformazione potrebbe far sospettare che io abbia qualche debolezza per la sua tesi e sicuramente significherebbe mettere un cerino acceso vicino a un bidone di benzina, ovvero cercare di conciliare l’inconciliabile.
Tuttavia, poiché preferisco privilegiare la persona e non l’etichetta che le è stata messa addosso, e siccome sono contrario al settarismo e alle religioni, anche quando sono in germe e i diretti interessati non ne hanno consapevolezza, accetterò le prese di posizione settarie e religiose, a cui la presente intervista dovesse dar luogo, come un male necessario, affinché ciascuno di noi si accorga che, prima che combattenti di qualche setta o religione, siamo esseri umani che vivono sullo stesso pianeta e sotto lo stesso cielo.
Lui si chiama Angelo Nigrelli, in rete Wasp, è un sessantottenne ex-linotipista ora tipografo ancora in attività anche se in pensione e abita nella stessa città dei fratelli Antonio e Rosario Marcianò, Sanremo (Imperia).
Partiamo alla lontana. E’ innegabile che con Licio Gelli e l’affare Gladio, gli italiani si siano accorti che oltre alla politica visibile c’è un potere nascosto che dirige i destini della collettività in maniera silenziosa e umbratile. Chi c’impedisce di pensare che lo stesso governo ombra non sia all’opera anche in questo preciso momento?
Nessuno. Ognuno è libero di pensare ciò che vuole; poi tanto dipende da come uno vede e vive la sua vita: c’è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. Io sono per il “mezzo pieno”.
Di questo potere occulto si sa poco. Si sa quello che lo stesso potere occulto si degna si far sapere a noi comuni mortali. Tuttavia, proprio perché così riservato, attira l’interesse di molti, interesse sfruttato anche dal cinema e dalla letteratura con pubblicazioni dedicate. Tralascio i numerosissimi film che parlano di agenzie di intelligence e cito solo “I servizi segreti in Italia”, di Giuseppe De Lutiis, per non parlare di Leo Zagami, che si professa un ex massone e del blog, seguitissimo, di Paolo Franceschetti. Alla luce di tale situazione, si possono accusare i fratelli Marcianò d’immaginare complotti inesistenti?
Sì.
Ci sono complotti plausibili che prima o poi saltano fuori e vengono svelati e ci sono complotti immaginari che prolificano solo grazie all’opera di chi quei complotti li immagina e li sfrutta per tornaconto personale.
Mentre i complotti “veri” hanno anche uno scopo “vero”, i complotti inventati hanno solo lo scopo di vivere del complotto stesso sfruttando tutto ciò che gli può essere collegato dai libri ai blog alle conferenze alle comparsate televisive alla pubblicità personale.
Tipico esempio è quello che ci offrono i fratelli Marcianò: chi sarebbe oggi Rosario Marcianò se non si occupasse del complotto delle scie chimiche? Forse un geometra professionista alle prese con regolamenti e pratiche edilizie… o forse un grafico disegnatore tecnico di parti anatomiche…
Nessuno comprerebbe un suo libro sugli alieni e nessuno lo acclamerebbe sul web.
Nessuno lo chiamerebbe in televisione…
Nessuno gli direbbe “grande Ros”…
Vuoi mettere la soddisfazione?
Che ci sia una politica visibile che dice di volere il bene degli amministrati e, parallelamente, una politica invisibile che agisce in modo diametralmente opposto, è a mio avviso del tutto logico e comprensibile, altrimenti non si spiegherebbero lo sfacelo sociale e i disastri economici che ci scorrono davanti come in un film dell’orrore. E’ lecito far finta di niente e, nel contempo, dare addosso ai complottologi che ne parlano?
Intanto, che si faccia finta di niente è solo una tua opinione. Il fatto che si dia addosso ai “complottologi” non significa che si approvi “in toto” il comportamento dei politici; ognuno di noi cittadini agisce come pensa e come può e con i mezzi che può mettere in campo. Fosse anche solo il diritto di voto.
Il vero problema dei complottologi, a mio parere, è l’esagerazione di ogni questione.
Prendiamo ad esempio la mafia: tutti, bene o male, sappiamo che cos’è e non c’è bisogno di scendere in particolari… Ma se un complottista cominciasse a sostenere che la mafia vuole avvelenare con qualsivoglia mezzo tutta o quasi la popolazione non mafiosa… beh, come minimo sarebbe deriso e dovrebbe essere curato per paranoia!
Se invece sostituiamo la parola “mafia” con la parola “militari” (possibilmente americani) o con la sigla “NWO” allora diventa tutto vero e tutto plausibile!
Ma la logica dove sta?
La gente, per lo meno quella che si tiene informata, è venuta a sapere che già negli anni Cinquanta e Sessanta si facevano esperimenti per neutralizzare la grandine, far piovere o, viceversa, non far piovere. Se, com’è successo con l’atomo, dopo i primi successi di una certa invenzione si fanno avanti i militari, non si può ipotizzare che il controllo del clima negli ultimi cinquant’anni abbia fatto passi da gigante e sia stato secretato per motivi di sicurezza nazionale?
Io sono convinto di no. Ma non perché non credo ai complotti, bensì perché, a mio parere, è impossibile da parte dell’uomo il controllo del clima. Troppo gigantesche e sproporzionate le forze in campo; è assurdo pensare di fermare o deviare una perturbazione ciclonica facendo passare qualche aereo davanti al fronte temporalesco! Sarebbe come pretendere di fermare una mareggiata piazzando una cinquantina di ruspe sulla spiaggia…
Se sono gli stessi militari a dichiarare che il controllo del clima è un’ottima arma per combattere il nemico nelle guerre future, perché non gli si deve credere? E cosa c’impedisce d’immaginare che questo futuro sia già qui ora?
Sì, sin dai tempi di Omero si ipotizza il controllo del clima: il povero Ulisse ne sa qualcosa… ha dovuto impiegare 10 anni per andare da Troia ad Itaca a causa di questi cattivi militari che gli rovesciavano addosso tempeste di ogni genere…
A parte le battute… questo futuro di controllo climatico non c’è (altrimenti lo avrebbero già usato e tutti se ne sarebbero accorti) e non ci sarà mai per i motivi esposti al punto 4.
Stante il fatto che sia i paesi poveri, che soprattutto quelli ricchi, forniscono agli apparati militari enormi finanziamenti e considerato che gli scopi statutari dell’esercito sono quelli di sviluppare nuove armi da usare contro i nemici, perché non possiamo pensare che, qualora non si trovi un nemico ufficialmente disponibile, la stessa popolazione civile finisca per impersonare il ruolo di obiettivo militare?
E come no! Possiamo immaginare tutto quello che ci pare…
Siccome un macellaio non ha bestie da sopprimere, decide di sopprimere se stesso e anche la sua famiglia… Non fa una grinza!
Visto il modo violento in cui viene trattata la gente alle manifestazioni e nel chiuso degli uffici di polizia, sarebbe ingenuo pensare che le caserme e le scuole militari non siano fucine di odio e palestre di tecniche offensive da rivolgere a dissenzienti, oppositori e anticonformisti in genere. Per far accettare al grande pubblico la repressione nei loro confronti li si descrive come terroristi. Non è forse la propaganda lo strumento principe per condurre una guerra? E non è l’omertà la tecnica che si affianca alla propaganda quando si vogliono nascondere manovre che non sarebbero gradite alla popolazione?
Voi pensatela come volete. Io non mi sento in guerra con la polizia e sono certo che lo stato non è in guerra con me.
Poi che i politici facciano solo gli affari loro… è cosa che sappiamo tutti. Ma sappiamo anche che le magagne vengono (quasi) sempre alla luce del sole (prima o poi).
Con la domanda precedente voglio arrivare a chiederti: non è il silenzio assordante riguardo le scie chimiche un indizio del fatto che il potere occulto sta per scatenare qualcosa di veramente terribile ai nostri danni? Unendo insieme l’ostilità congenita dei militari, l’avidità irrefrenabile dei banchieri e le affermazioni d’illustri personaggi che auspicano la riduzione della popolazione mondiale, non sono le scie chimiche parte di un eventuale progetto mondialista di sterminio di gran parte dell’inutile umanità?
Chiarisco subito e in premessa il mio punto di vista: le scie chimiche non esistono!!! Sono una balla gigantesca che, oltretutto, gira e trova accoliti solo sul web ad opera dei soliti noti.
Assodato questo, cadono in sequenza tutti gli altri pezzi del domino.
Sempre in riferimento alla domanda precedente, la propaganda governativa, palese o subliminale, non può aver allestito squadre di collaboratori da infiltrare nel web e negli altri mass-media allo scopo di depistare quanti vogliano andare a fondo nella ricerca della verità?
Ma voi lo sapete che viviamo in Italia o pensate che stiamo nella Unione Sovietica di Stalin o nell’Iran attuale? Qui si cambiano i governi più spesso dei calzini… I militari alti in grado sono occupati a farsi gli avanzamenti di carriera possibilmente facendo il meno possibile e voi ipotizzate collaboratori da infiltrare? Ma dove, poi? I fedeli credenti alle scie chimiche sono qualche centinaio in tutto il paese e sono ben lungi dal creare problemi a chicchessia conti qualcosa!
Se tu dici di non essere pagato, puoi dire la stessa cosa di un Paolo Attivissimo, considerata l’enorme mole di lavoro che svolge?
Ho detto prima che non ci sono civili pagati per fare gli infiltrati; se poi ci sono dei poliziotti (penso alla Polizia Postale) che monitorano i siti complottisti penso non si possa escludere.
Io non conosco (mai visto) Paolo Attivissimo. So che fa di mestiere il giornalista e come tale sarà certamente pagato da chi si avvale dei suoi lavori, come tutti i lavoratori.
Puoi dire la stessa cosa di un sito come Straker Enemy, gestito se non sbaglio da un certo Torreggiani? Questi due signori non ricevono finanziamento alcuno?
Straker Enemy è un sito nato e cresciuto al solo scopo di commentare liberamente e da parte di chiunque senza censura e senza ban gli scritti pubblicati dai siti complottisti che, guarda caso, alla faccia della libertà d’espressione tanto invocata e pretesa, sono assolutamente chiusi a qualsiasi commento. Vedi ad esempio il disclaimer su tutti i blog che fanno capo ai Marcianò; vedi i blog di Corrado Penna, dove può commentare solo lui; vedi Massimo Mazzucco, che appena accenni un dubbio ti caccia a pedate: “qui l’entrata è libera, ma l’uscita è a pagamento”: con queste parole io sono stato bannato da Luogo Comune.
Straker Enemy non è gestito da Torreggiani ma da eSSSe e, ultimamente, con la collaborazione di Tigre della Malora. Sono certissimo che Straker Enemy non riceva alcun finanziamento: si fa per divertimento e come servizio civile utile alla comunità!
Se la risposta è affermativa, cioè se i siti debunkers vengono finanziati, accusare Marcianò di voler fare i soldi con le scie chimiche sarebbe come accusare Chiumiento di voler arricchirsi con l’ufologia e qui ci starebbe bene la parabola della pagliuzza e della trave.
La risposta non è affermativa, quindi la conclusione è errata.
Infine, ammesso e non concesso, come tu sostieni, che le scie nel cielo siano solo frutto di condensa, come si spiega che nonostante la crisi economica e l’aumento del prezzo dei carburanti centinaia di aerei militari siano impegnati giorno e notte a solcare i cieli? Si può sapere dove vanno e cosa fanno di tanto importante tutti questi aerei?
Trasportano passeggeri: gente come te e come me che va da qualche parte nel mondo.
Il fatto stesso che voi pensiate che tutti gli aerei che volano siano militari… mi fa cascare le braccia!
Piccolo esempio: l’aeroporto di Catania, che non è Parigi, ha movimentato nel corso del 2011 ben circa sei milioni di passeggeri: pensa quanti aerei ci sono voluti e aggiungi tutti gli altri aerei che l’Italia si limitano a sorvolarla… altro che aerei militari che quei pochi che abbiamo magari stanno più negli hangar che in volo!
Ho aperto un attimo Flightradar24 e, pur essendo le 2,25 di notte, risultano in volo sull’Europa ben 1375 aerei: militari? Secondo me, tutti civili!



Siccome vivo a due Km dall’aeroporto militare delle Frecce Tricolori e il movimento di aerei su Codroipo è enorme, di giorno e di notte, devo dissentire sull’ultima risposta di Wasp, ma posso capire che in altre parti d’Italia, lontano dagli aeroporti militari, la situazione sia diversa.
Anche se la questione delle scie chimiche è ben lungi dall’essere risolta, voglio ringraziare Angelo Nigrelli per la pacatezza delle sue risposte, sperando che complottologi e debunkers possano deporre le armi e arrivare a convivere pacificamente. Come dovrebbero fare ebrei e palestinesi.
Vespe e calabroni sono bellissimi imenotteri, ma è meglio in ogni caso non stuzzicarli.

29 Commenti a “La vespa e il calabrone”

  • Antonio:
    Le scempiaggini di questo wasp in versione decerebrata (non che non lo sia, ma qui, per apparire moderato ed obiettivo, ha superato sé stesso) lo espongono al pubblico ludibrio. Ottimo risultato.
    Saluti
    30
    Vota questo
  • sauro:
    Mi dispiace ma alla bona fede non credo piu da un pezzo, quest’essere non credo sia ignorante come vuol far credere e come fanno tutti i suoi colleghi, questa e’ gente pagata e profumatamente per disinformare, per insinuare il dubbio dove non ha motivo di esistere, visto che la Fisica e’ una sola e non e’ qualcosa di opinabile come questi esseri sostengono. E poi da chi ci dovremmo informare su temi di scienza, da un povero tipografo in pensione? C’e’ una documetazione kilometrica che dimostra senza possibile obiezione alcuna cosa stanno facendo: l’unico argomento che potrebbero obiettare e’ che quesot sia fatto per il nostro bene, tipo aereosol balsamico (hahahah), ma certo non si puo opinare che numerosi velivoli non autentificati e senza trasponder solcano quotidianamente i cieli di tutto il mondo sopra le citta dove esistono corridoi aerei ben delimitarti, come autostrade, disegnando reticoli impossibili per aerei di rotte civili e tutto questo a quote ben al disotto degli 8000 metri necesssari (addirittura il fronte dei falchi dei disinformatiori contesta anche la FISICA!), bensi a quate cumulo, rilasciando scie artificiali ricche di metalli pesanti.
    Le ultime analisi di acque e terreni fatte in Italia confermano presenze di Alluminio e Bario fino a 40 volte superiori alla norma e addirittura negli usa sono stati trovati gli stessi elementi in laghi scelti come punto zero( cioe lontani centinaia di km dalle fonti antropiche e senza avere scambi di acuqe).Ebbene anche queste acque risultano essere contaminate dagli stesi metalli, che necessariamente sono giunti per via Aerea.
    Per non parlare degli innumerevoli brevetti (basta andare sul sito USA) di diffusori per aeroplani, un consigli WASP: pensa alla tua anima!
    30
    Vota questo
  • siouxsie:
    Difficile negare l’esistenza delle scie chimiche, drappeggiano il cielo quotidianamente . Eppure qualcuno ancor ci prova, e presume che lo sfotto’ sia la sua arma migliore.
    Paradossalmente, la prova della correttezza delle indagini di Marciano’ e’ data dalla mole di azioni di disturbo, dileggio e vera e propria vessazione cui e’ sottoposto il suo sito e la sua persona. Trovo che il sito Tanker enemy sia un baluardo di informazione da difendere strenuamente.
    Mi rattrista invece il pensionato intervistato che, piuttosto che fornire fatti, si limita a travasare la sua bile verso chi non la pensa come lui. Alla sua eta’ dovrebbe fornire ben altri modelli comportamentali.
    Il proposito enunciato a inizio intervista di dare voce anche a chi si compiace di calunniare mi pare un poco fulgido esempio di piaggeria e cerchiobottismo e me ne dispiace, in un sito che apprezzo perche’ fornisce opinioni alternative. Lugubre il richiamo a ebrei e palestinesi, come se si affrontassero ad armi pari, sic!Ricordo che la fortuna della Lega e di personaggi di dubbio spessore come la Santanche’ e’ cominciata quando alle loro farneticazioni e’ stato offerto lo spazio e l’attenzione che si dovrebbe riservare a cause migliori.
    30
    Vota questo
    • Citazione:
      “si limita a travasare la sua bile”.
      A me è sembrato pacato nelle risposte. Se non si dà spazio all’avversario, si resta invischiati nel circolo vizioso delle sterili contrapposizioni e del falso dualismo, esattamente ciò che vogliono gli Illuminati. Ama il tuo nemico, disse Gesù. E anche Buddha, mi pare. La tolleranza voltairiana è infinitamente superiore all’intolleranza istintuale.
      Ebrei e palestinesi vorrebbero vivere in pace. Lo hanno detto molte volte in tante occasioni, ma qualcuno li vuole tenere separati e in conflitto come complottologi e debunkers.
      02
      Vota questo
  • Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo.
    I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it.
    Queste parole vengono solitamente attribuite a Voltaire, ma sono state usate per la prima volta da Evelyn Beatrice Hall, scrittrice conosciuta sotto lo pseudonimo di Stephen G. Tallentyre, in The Friends of Voltaire (Gli amici di Voltaire), biografia del filosofo del 1906.
    Pertanto anche CDC, usa una frase che non’è di Voltaire.
    Ah sì, l’argomento, lo sto ancora valutando, tenendo conto della premessa naturalmente.
    21
    Vota questo
  • webrasta:
    Bene, adesso che abbiamo intervistato un nessuno qualunque nella taverna di un paese qualunque e abbiamo ascoltato in silenzio le sue non-opinioni non-scientifiche, lasciamolo tranquillo a finire la sua ombra di vino e deleghiamo alle persone serie l’analisi di fenomeni come la geoingegneria.
    Persino un ufficiale dell’Aeronautica che avesse difeso la tesi contrails sarebbe risultato più interessante di questo ammasso cellulare.
    40
    Vota questo
    • Il giorno in cui riuscirò a contattare un ufficiale dell’aeronautica militare darò la parola anche a lui, ma non è facile. Hanno tutti paura di qualche oscura ritorsione.
      01
      Vota questo
  • mimmo:
    ah ah ah! e le scie parallele che formano una curva in cielo e tornano indietro cosa sono?
    aerei che hanno dimenticato i passeggeri? oppure aerei militari che pattugliano la zona :-))
    30
    Vota questo
  • Koenig m.b.:
    E’ inaccettabile che un miserabile vecchio parassita che,non trovando meglio da fare,si piazzi con macchina fotografica nei pressi dell’abitazione dei Marcianò ci venga a deridere in faccia forte della sua copertura.
    Per quanto riguarda convivere pacificamente…..si ! Solo quando simile stuppaglia verrà trascinata nelle piazze!
    30
    Vota questo
    • Hai lo spirito giusto per assistere alle partite di calcio, curva nord, con bengala e mortaretti.
      02
      Vota questo
    • Fornisci le prove di quanto affermi. Altrimenti sono solo tue elucubrazioni.
      Non esiste foto da me scattata al signor Marcianò in casa sua (o nei pressi).
      Esiste invece il contrario. E’ il signor Marcianò che è venuto a filmarmi e fotografarmi in casa mia… ed è stato tanto scemo da farsi anche sgamare.
      01
      Vota questo
  • massimo messina:
    …webrasta…”non avrei potuto scrivere di meglio”….d’accordo con te…
    10
    Vota questo
  • marcus:
    …la teoria dell’uno esclude quella dell’altro!!….cosa rimane?
    00
    Vota questo
  • Antonio:
    Che pensare? Forse più che “La vespa ed il calabrone”, si sarebbe potuto intitolare “Wasp è un calunniatore”. Così manteniamo l’assonanza e fissiamo la verità. Ma da dove spunta questo sprovveduto la cui unica credenziale è costituita dalle somme che riceve per cianciare di cose che non capisce? A che titolo questo pensionato senz’arte né parte disquisisce sui voli? Solo perché il suo pseudonimo è quello di un imenottero, s’intende di voli? No, colui è in perfetta mala fede e la mala fede non ha attenuanti di sorta. Se alla mala fede si aggiunge l’ignoranza più sciatta, la miscela è micidiale.
    Concordo con gli altri lettori che saluto.
    30
    Vota questo
  • AntiRettiliano2012:
    Dico solo una cosa, perchè non ci fanno più vedere le immagini dal satellite quando ci sono le “previsioni del tempo”? o meglio dovrei chiamarle “post-visone del tempo” visto che hanno stabilito a priori come sarà!
    10
    Vota questo
  • Tao Crocus:
    “Leggi non per contraddire e confutare, né per credere e dare per scontato, ma per soppesare e considerare.” (Sir Francis Bacon)
    Io non so chi sia quel Bacon e manco mi interessa, so che ho trovato questa frase in uno splendido libro intitolato “La guarigione è dei pazienti” di Maria Gabriella Bardelli, che pur non conoscendola mi piace molto per come pensa, per come scrive e per la sensibilità con cui riesce a “sentire” e condividere la VITA.
    Bene, allo stesso modo non conosco né Marcianò né Wasp e non mi interessa conoscerli, però mi basta alzare gli occhi al cielo ed osservare, fare qualche logico ragionamento, ascoltare la gente che vive ancora a contatto con la Natura per rendermi conto che qualcosa sta succedendo e non è di certo qualcosa di Bio-logico, anzi…
    Quindi se 2+2 fa 4, posso appoggiare in parte Marcianò e calare un velo pietoso su un qualsiasi Wasp (ed in giro ce ne sono tanti, non solo a Sanremo).
    Sarà dura gente…
    O impariamo a vivere ed agire collaborando, o pian piano finiremo anche con collare e guinzaglio…Nella migliore delle ipotesi!
    Un abbraccio a tutti
    -Enrico-
    10
    Vota questo
  • vale:
    “Hai lo spirito giusto per assistere alle partite di calcio, curva nord, con bengala e mortaretti.”
    Invece questo signor Wasp è gentile ed educato.
    “Sono d’accordo nell’affermare di amare il proprio nemico, ma solo quando il nemico ne è degno.”
    30
    Vota questo
  • Ci tengo a precisare che MAI ed in nessuna intervista audio o video il sottoscritto ha percepito compenso. Anzi! Anche le spese di viaggio sono sempre state a mio carico.
    Quindi Nigrelli, come al solito, calunnia e diffama.
    10
    Vota questo
  • siouxsie:
    L’applomb e la pacatezza di wasp puo’ essere difesa solo da chi manca profondamente di umana empatia. Come si fa a dire all’aggredito “Eccoti qui il bullo che ti ha pestato, abbraccialo e vivete contenti.”
    C’e’ poco da predicare sull’armonia universale, davvero. Senza tirare in ballo spiriti alti come Cristo o Budda, direi che sono prove politiche di inciucio.
    10
    Vota questo
  • Un ultimo esempio che mostra la classe di questo soggetto.
    http://img13.imageshack.us/img13/5923/47144429068783766365427.jpg
    Posso qui ricordare che chiunque può divenire bersaglio di questi elementi che, è bene ribadirlo, la magistratura protegge. Sì perché, mentre costui prosegue indisturbato nella sua opera di stalking, diffamazione, discredito, dileggio etc. (insieme ad altri suoi pari), la Procura di Sanremo processa me e la parte… “offesa” è proprio Nigrelli!
    00
    Vota questo
  • Eddy:
    Ciao Roberto, permettimi una osservazione, Sulle scie chimiche il signore intervistato in realtà non risponde. E’ facile dire ” Chiarisco subito e in premessa il mio punto di vista: le scie chimiche non esistono!!! Sono una balla gigantesca che, oltretutto, gira e trova accoliti solo sul web ad opera dei soliti noti.
    Assodato questo, cadono in sequenza tutti gli altri pezzi del domino.”
    E cosa vuol dire ? senza comprovare l’ affermazione, dovrei convincermi della veridicità della sua posizione solo perche’ e’ sin/anti -patico?
    Al contrario quello dei fratelli Marciano’ e’ un lavoro encomiabile, preciso che copre ogni singolo aspetto del fenomeno.
    Così come Mazzucco ha più volte sbugiardato Attivissimo, mi pare che anche qui non ci sia partita!
    Saluti
    00
    Vota questo
    • Sono d’accordo con te. Il signor Nigrelli nega l’esistenza di un fenomeno visibile ma difficilmente dimostrabile e chiude la partita senza dare una risposta soddisfacente.
      Tuttavia, io non posso prenderlo per il collo e obbligarlo a pensarla come me.
      Posso solo auspicare che anche lui apra gli occhi e che le scie chimiche diventino un fenomeno acclarato universalmente, sperando che in quel momento non sia troppo tardi.
      00
      Vota questo
  • Koenig m.b.:
    Mediocri benpensanti…..non li capirò mai,e nemmeno lo voglio!Quà ci stan facendo fare la fine delle mosche e,ci son individui che parlano d’amore o di rispetto verso un nemico che non ha il coraggio di dichiararsi!(Duria)
    p.s. le tue risposte sono assolutamente fuori luogo.
    Un saluto ai Marcianò
    10
    Vota questo
  • maya:
    siete a livello di tifo da stadio, cosi’ non si va da nessuna parte, e’ la conoscenza quella che ci aiuta, non il prendere a priori la parte di uno o dell’altro.
    la conoscenza di me stesso in relazione a quello che accade “la’ fuori”. il resto non porta giovamento ma solo diversivi che non fanno che peggiorare la situazione che non vogliamo affrontare.
    01
    Vota questo
  • Ugo:
    Diffidate da chi col loro filosofeggiare evitando però di inciampare in qualsivoglia argomento logico o prove tangibili volessero dimostrare il nulla! Il nulla come l’attivissimo paoletto… per l’appunto! :-) ))
    10
    Vota questo

23 comments:

  1. insomma, questo COGLIONE non HA CAPITO UN CAZZO nemmeno delle cose che ha scritto.
    Proprio vero che per credere a queste cose essere IDIOTI è necessario

    ReplyDelete
  2. LOL, fierissimo di far parte di eSSSe & the strakerenemies :)))))

    Il livello di rosicate degli straccioni del terrazzino è di magnitudo intergalattica, compresi cloni fake e gonzi.

    ps: grazie della citazione, vespaccia :)

    ilpeyote straccioni indipezzenti curatevi

    ReplyDelete
  3. Quello che mi stupisce è il fatto che se le scie chimiche sono un fatto così scientifico da esser provato, perché cazzo sono 16 anni che ne parlano e non hanno mai portato una prova?

    Sinceramente, la scienza non è parlare a vanvera di cose che non si conoscono come fanno il penna ed i Marci Bros.

    Sarò anche scemo, ma sinceramente mi fanno solo fastidio quando parlano di prove e di scienza questi dementi.

    ReplyDelete
  4. Ho voluto commentare l'articolo direttamente sul blog (ora il mio commento è in attesa di moderazione).
    Riposto il mio commento qui nel caso non fosse accettato:

    ...................................................
    Che le scie chimiche come altre ipotesi complottiste (signoraggio, ufo, NWO, ipotesi alternative sull’11 settembre) servano principalmente per finanziare gli stessi propugnatori di tali teorie è un semplice dato di fatto (basta rispondere al “cui prodest” che indica i manutentori di tali siti complottisti come gli unici diretti beneficiari di tali bufale).

    Altro dato di fatto che 3-4 nick che hanno risposto qua sopra altro non sono altro che alias del dinamico duo (e lo si vede in modo lampante da come scrivono).

    Queste considerazioni a parte, mi preme sottolineare l’odio fisico che emanano i fratelli in questione: in ogni loro frase rivolta verso gli “oppositori” c’è sempre un’accenno alla diversità intesa quasi come diversità “genetica”, all’odio personale e profondo ad un puro e semplice razzismo “biochimico” verso chi non condivide le loro idee, mai entrando nello specifico (ambedue sono di ignoranza abissale per ciò che riguarda qualsivoglia branca della scienza, soprattutto quello laureato che conciona spesso di cose che minimamente riesce ad afferrare).
    Non mi viene di meglio in mente che Goebbels con la sua propaganda ed Himmler con le sue teorie soprannaturali sull’arianesimo…

    Menomale un buon processo metterà molte cose alla luce e speriamo che una volta tanto giustizia venga fatta relegando queste due Wanne Marchi dei complotti dove meritano… e cioè se non in galera almeno a LAVORARE sul serio per ripagare i danni e le spese processuali.

    Saluti e complimenti per l’intervista.
    ...................................................

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sta tranquillo Padre Patta, con me tra gli abilitatori tutti i commenti vengono approvati, com'è nella filosofia di Stampa Libera.

      Delete
  5. Non c'è nulla da fare basta leggere i commenti per capire che questi proprio non ci stanno con la testa.

    La cosa divertente è che le così dette "scie chimiche" non sono argomento di dibattito scientifico dato che non esistono, non potendo provare qualche cosa che non esiste, sono semplice ciancia da leggenda metropolitana alla quale certa gente abbocca miseramente.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Per essere una leggenda metropolitana è ben visibile. Per lo meno io la vedo spessissimo. Vabbé, ma io non conto. Io vivo vicino alla base delle Frecce Tricolori! Passa di tutto qua sopra!

      Delete
    2. Sai quante cose ben in vista possono essere trasformate "in leggenda metropolitana", è giusto porsi delle domande su quello che non si conosce, ma da lì a vedere un complotto per lo sterminio dell' umanità c ne passa....

      Delete
    3. Mettiamo anche il caso che le scie bianche che vedi in cielo soano scie chimiche, che prove ci sono a sostegno della veridicità di questa affermazione? Dove sono le campionatue in quota? Dove sono gli esami clinici delle persone che si sono ammalate caua scie? Dove sono le prove credibili del complotto?

      Inoltre se ci sono delle prove vere, quale necessità hanno i marcianò bros di creare dei falsi di vario genere? Perchė si continua ad insistere su sciocchi filmatini su YT che non provano nulla? Perchė proseguire a tradurre male dei documenti in inglese alterando pesantemente il loro contenuto? Perchė attaccarsi a documenti vecchi di decenni? A brevetti che non si sa nemmeno se funzionano? Ad affermazioni di persone anonime che dimostrano nemmeno di conoscere ciò di cui parlano? Di persone che per loro stessa ammissione riferiscono un sentito dire?

      Insomma, se le scie esistono e possedete le prove inconfutabili del fattaccio, perché non vengono divulgate?

      Delete
  6. Rosica Rosario...rosica, e spera che nel frattempo non si svegli qualcun altro a denunciarti....magari giudici della tua zona che hai definito collusi e venduti.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Tu hai troppa fiducia in quella manica di fratelli massoni, senza grembiulino, che siede nei tribunali.

      Delete
  7. Al coglione che ha scritto questa CAZZATA: Stampa libera non significa LIBERA DI SCRIVERE IDIOZIE E CAZZATE NON VERIFICABILI E ESISTENTE SOLO NELLA TESTA DI QUATTRO CEREBROLESI

    ReplyDelete
    Replies
    1. Tu invece hai qualche problema di socializzazione. Forse da piccolo ti rubavano la merendina.

      Delete
    2. frrenaimals non è colpa mia se il tuo qi è monocifra. Dopo tutto per credere alla cazzate in cui credi TU è OBBLIGATORIO essere idioti.HAI qualche PROVA PER LE CAZZATE SCRITTE DA QUESTO COGLIONE?
      Sai mio cuggino, mio zio e rosario FALSARIO MARCIANO, sono la PROVA CHE SONO CAZZATE, cui solo i MATTI e i DEFICIENTI con Q.I. < 10 credono. e tu ne sei l'esempio vivente.
      Quanti figli ha tua madre, visto che è SEMPRE INCINTA?

      Delete
    3. H.P. Lovecraft aveva una predilezione per la parola "cosmico". Tu hai una predilezione per la parola "idiota". Non sarà una proiezione freudiana?
      Mia madre ha 87 anni e sono più di 50 che non è incinta.

      Delete
    4. Mikhail Lanart-Hastur, noto una leggera vena aggressiva nelle tue parole, io non credo che sia di buon gusto e neanche adatto a una società civile riempire di insulti l'anziana madre di chi non è d'accordo con te.
      Ora che le scie chimiche siano una cazzata è garantito, ma ciò non ti legittima ad insultare e aggredire con siffatta veemenza e volgare turpiloquio chi non la pensa come te.
      In parole povere e magari più adatte ad una giovane mente da bimbominkia quale sicuramente sei mi sento di dirti: MAVATTELAPIJAINCULO

      Delete
    5. @sbudellorum, la madre biologica di freanimals non c'entra nulla, è un riferimento0 al detto "LA MADRE DEGLI IMBECILLI E' SEMPRE INCINTA"

      Delete
    6. This comment has been removed by the author.

      Delete
    7. H.P. Lovecraft aveva una predilezione per la parola "cosmico"

      Beh, il grandissimo Lovecraft aveva una predilezione per molte a cose che in genere non vengono per nulla predilette, come per esempio i cimiteri ;-)

      Delete
  8. Per essere una leggenda metropolitana è ben visibile. Per lo meno io la vedo spessissimo.

    E quindi?
    Anche il fallo di reazione nel calcio, che se commesso (e visto dagli ufficiali di gara) comporta l'espulsione diretta, è oggetto di commenti e critiche e moviole e ne puoi trovare documenti e filmati a iosa che ne trattano quotidianamente (e non per esagerazione), eppure... non esiste, al pari di una qualunque leggenda metropolitana.

    ReplyDelete
  9. Tao Crocus:
    24 luglio 2012 at 17:02
    “Leggi non per contraddire e confutare, né per credere e dare per scontato, ma per soppesare e considerare.” (Sir Francis Bacon)
    Io non so chi sia quel Bacon e manco mi interessa


    Beh ma complimentoni! sopratutto per il "manco mi interessa".

    Ma poi.. non sai chi fosse, non ti interessa.. e lo citi?!

    Come diceva George Washington, non ci si può proprio fidare delle citazioni su Internet!

    ReplyDelete
  10. Diceva Voltaire: “Non sono d’accordo con quanto dici, ma mi farei ammazzare piuttosto che impedirti che tu lo dica”

    Questa frase non l'ha mai detta Voltaire, é solo una leggenda. Questa frase infatti non alcun riscontro in qualsivoglia opera di Voltaire. Si trova soltanto nella biografia del filosofo del 1906 stilata dalla scrittrice americana Evelyn Beatrice Hall.
    Vedo peró che é una leggenda dura a morire ...

    ReplyDelete