L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Wednesday, July 25, 2012

Uniamo i puntini

AGGIORNAMENTO IN FONDO CON AUTOSBUFALATA





Straker ha detto...






Allora... uniamo i puntini...

Il C.I.C.A.P. si occupa da tempo del fenomeno scie chimiche e, attraverso vari canali (web e televisivi) nega che esse siano mai esistite.

Referente del C.I.C.A.P. per la Svizzera è Paolo Attivissimo, che un bel giorno ha deciso dia ffrontare il tema, dice lui "Perché il problema della diffusione di certa controinformazione stava arrecando pericolo per molti pezzi grossi" e quindi lui si sentiva in dovere di porre un freno.

Il blog Strakerenemy è intestato a Paolo Attivissimo. Il blog strakernemy si occupa, 24 ore su 24, di controinformazione, scomoda per il sistema e, attraverso l'insulto, le minacce, la diffamazione, opera campagna di demolizione, attaccando direttamente le persone che sono impegnate nella poca informazione libera rimasta.

Il C.I.C.A.P ha addestrato e addestra decine di disinformatori e ne sono la prova Francesco Sblendorio (procacciatore di allievi CICAP), guarda caso amico di Nigrelli e Cicerone nel "tour fotografico" della vespa allegra davanti casa nostra, nel 2009. Ma il legame è dimostrato anche da uno scivolone di Steno Ferluga (http://www.tanker-enemy.tv/stenuccio-ricordati-la-spesa.htm).

Axlman, che coordina i vari negazionisti e li bacchetta se non rigano dritto, è Paolo Toselli, esponente di punta del C.I.C.A.P.

Il C.I.C.A.P. è parte integrante della RAI (La RAI è dello Stato), attraverso le larghe spalle di Piero Angela e figlio. Il C.I.C.A.P. controlla Focus ed altre riviste (e futuro canale video).

Il C.I.C.A.P. ha collegamenti con i servizi e/o quantomeno con il governo, visto e considerato che i suoi vari agenti (come Wasp) godono di privilegi immensi a livello della magistratura.

Dietro un altro noto nickname della disinformazione abbiamo un noto e stimato consulente forense che lavora per i tribunali di mezza Italia ed ha stretti legami con le forze di Polizia. Questo soggetto si occupa di dati sensibili, stalking, pedofilia.

L'anello di congiunzione tra questi soggetti e la Rete organizzata della disinformazione sono il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, datore di lavoro di un altro agente che, nei mesi scorsi, ha cercato in mille modi, infiltrato come attivista, di farmi ritirare dall'attivismo e che, ogni volta che identificavo un negazionista, si incazzava come una iena. Questo soggetto ha collegamenti con il progetto Monarch ed anzi, egli stesso ne è stato vittima.
Zret ha detto...
Stefano Petrò e p., un binomio indissolubile.
Zret ha detto...
C.I.C.A.P., servizi, sette, progetto MK Ultra, progetto Monarch, media di regime etc. è tutto un intreccio inestricabile.
Straker ha detto...


Allora... uniamo i puntini...

Il C.I.C.A.P. si occupa da tempo del fenomeno scie chimiche e, attraverso vari canali (web e televisivi) nega che esse siano mai esistite.

Referente del C.I.C.A.P. per la Svizzera è Paolo Attivissimo, che un bel giorno ha deciso dia ffrontare il tema, dice lui "Perché il problema della diffusione di certa controinformazione stava arrecando pericolo per molti pezzi grossi" e quindi lui si sentiva in dovere di porre un freno.

Il blog Strakerenemy è intestato a Paolo Attivissimo. Il blog strakernemy si occupa, 24 ore su 24, di controinformazione, scomoda per il sistema e, attraverso l'insulto, le minacce, la diffamazione, opera campagna di demolizione, attaccando direttamente le persone che sono impegnate nella poca informazione libera rimasta.

Il C.I.C.A.P ha addestrato e addestra decine di disinformatori e ne sono la prova Francesco Sblendorio (procacciatore di allievi CICAP), guarda caso amico di Nigrelli e Cicerone nel "tour fotografico" della vespa allegra davanti casa nostra, nel 2009. Ma il legame è dimostrato anche da uno scivolone di Steno Ferluga (http://www.tanker-enemy.tv/stenuccio-ricordati-la-spesa.htm).

Axlman, che coordina i vari negazionisti e li bacchetta se non rigano dritto, è Paolo Toselli, esponente di punta del C.I.C.A.P.

Il C.I.C.A.P. è parte integrante della RAI (La RAI è dello Stato), attraverso le larghe spalle di Piero Angela e figlio. Il C.I.C.A.P. controlla Focus ed altre riviste (e futuro canale video).

Il C.I.C.A.P. ha collegamenti con i servizi e/o quantomeno con il governo, visto e considerato che i suoi vari agenti (come Wasp) godono di privilegi immensi a livello della magistratura.

Dietro un altro noto nickname della disinformazione abbiamo un noto e stimato consulente forense che lavora per i tribunali di mezza Italia ed ha stretti legami con le forze di Polizia. Questo soggetto si occupa di dati sensibili, stalking, pedofilia.

L'anello di congiunzione tra questi soggetti e la Rete organizzata della disinformazione sono il Ministero dell'Interno ed il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, datore di lavoro di un altro agente che, nei mesi scorsi, ha cercato in mille modi, infiltrato come attivista, di farmi ritirare dall'attivismo e che, ogni volta che identificavo un negazionista, si incazzava come una iena. Questo soggetto ha collegamenti con il progetto Monarch ed anzi, egli stesso ne è stato vittima.


AGGIORNAMENTO 



Straker ha detto...
Ecco la risposta esatta fornita da Attivissimo nel 2009.

A chi gli ha chiesto: “All'inizio smascheravi bufale reali. Perché ti sei arenato su questa che non è una bufala?”, il "giornalista" ha risposto: "Perché è una bufala che sta mietendo vittime anche a livello governativo, (sic!) e questo è pericoloso per noi tutti".



E' proprio un coglione...

22 comments:

  1. Se vuole unire i puntini farebbe ad imparare usando un libro per bambini e non sparando un insieme di scemenze inumane LOL

    ReplyDelete
  2. E' proprio disperato. Sembra come quei bambinetti che fanno chiasso per avere un po' di attenzione. Che tristezza.
    Come mai la GdF non viene mai citata nei suoi deliri? Come mai i Carabinieri sono sempre brava gente? Sarà perché il padre era Carabiniere ed il terzo fratello è della GdF?
    Ma trovarsi un lavoro serio no?

    ReplyDelete
  3. Io continuo a pensare che questi non siano deliri di una mente confusa che rasenta l'idiozia, ma che il duo di falliti sia totalmente in mala fede.
    Come al solito ottimo lavoro, agente ESSSE!

    ReplyDelete
  4. "attaccando direttamente le persone che sono impegnate nella poca informazione libera rimasta."

    Beh, kommandante, allora tu che c'entri? Non hai niente a che fare con l'informazione, libera o no che sia!

    ReplyDelete
  5. Ho cominciato a leggere e ho visto Paolo Attivissimo, che un bel giorno ha deciso dia ffrontare il tema, dice lui "Perché il problema della diffusione di certa controinformazione stava arrecando pericolo per molti pezzi grossi"; e subito mi sono chiesto chi sia quest'altro imbecille che s'è inventato una simile stronzata.

    Poi ho guardato meglio.
    Ho visto che l'autore era straker, e mi sono consolato. L'imbecille è sempre il solito, e una palla inventata in più non cambia nulla del suo squallore.

    ReplyDelete
  6. certo che se i puntini te li cerchi a cazzo...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Concordo. E se li unisci al buio, col testone pelato, dopo 10 cartoni di tavernello avariato...

      ilpeyote straccioni avvinazzati

      Delete
  7. Ma perché s. ha postato due volte le stesse fantasticherie?

    Ooops... scusate.
    Dimenticavo che quello che fa s. non può avere nessuna spiegazione razionale.

    ReplyDelete
  8. Mi chiedevo appunto: in che occasione Attivissimo avrebbe detto una cosa del genere? Addirittura virgolettata?
    Non sono come l'innamorato Marcianò che se lo legge tutto d'un fiato e lo recita in famiglia all'alba nel rito della collationem quando tocca a lui, però non mi pare una frase tipica di Attivissimo. Sarà...

    ReplyDelete
  9. 2009 --- 2012 3 anni fa ... in oltre non ha capito a cosa si riferiva Attivissimo .... che patetico ....

    ReplyDelete
  10. Sarà che sono una persona razionale, ma dei suoi deliri oramai non riesco a capirci più un cazzo.

    Prosegue a dire minchiate a raffica senza aver alcun freno.

    ReplyDelete
    Replies
    1. BF, QUALUNQUE persona con un QI a 2 cifre non capisce piu' un cazzo dei deliri di strakkinella.
      Mica per niente lo seguono solo i suoi 4 cagnolini scodinzolanti (gli altri 50 sono fake, non contano).

      Delete
    2. Sinceramente ci ho provato dopo essermi sparato per un ora il programa più cerebroleso della TV italiana, Voyager (trasmesso dalla rai tanto per far chiarezza sulle stronzate del Kommandant marcio) e poi ho riletto il discorso, pur avento un QI in quel momento inferiore a zero non ci ho capito un cazzo lo stesso.

      Ho solo associato Voyager alla Rai, al discorso del demente.

      Delete
  11. Giusto nel caso qualcuno scambiasse il silenzio per assenso: no, non sono Toselli, come non sono John Battista, come non sono Paolo Attivissimo, come non sono Hanmar, come non sono AcarSterminator, come non sono le altre millemila persone e gli altri millemila nick con cui negli anni Rosario "Shemock" Marcianò dice di avermi identificato.

    Conoscendo come sragiona l'inetto, avevo indovinato che voleva farmi passare per Toselli non appena aveva nominato Acqui Terme, come avevo spiegato in questo commento, di cui confermo ogni virgola.

    Magari alla prossima, raccogliendo il mio suggerimento, Rosario "Pirlot" Marcianò tenterà con Giulietto...

    ReplyDelete
  12. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  13. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  14. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  15. Comunque la faccenda sarebbe interessantissima per uno psichiatra.

    Domanda: quale patologia fa tradurre "Perché è una bufala che sta mietendo vittime anche a livello governativo, e questo è pericoloso per noi tutti" in "Perché il problema della diffusione di certa controinformazione stava arrecando pericolo per molti pezzi grossi"?

    Senza dubbio è roba molto, molto grave, ma avrà anche un nome?
    In caso contrario propongo "sindrome del cervello vuoto in cui l'eco ripetuto deforma i significati" o più semplicemente "Marcianò sindrome".

    ReplyDelete
    Replies
    1. Senza dubbio è roba molto, molto grave, ma avrà anche un nome?

      Direi che ci sono più patologie concomitanti.
      Credo che per avere una buona diagnosi dei problemi che affliggono straker basti ricopiare l'indice del "Manuale delle Malattie Mentali e Disturbi Psichici".
      Si sbaglia per difetto, ma ci si avvicina abbastanza.

      Delete
  16. Domanda: quale patologia fa tradurre "Perché è una bufala che sta mietendo vittime anche a livello governativo, e questo è pericoloso per noi tutti" in "Perché il problema della diffusione di certa controinformazione stava arrecando pericolo per molti pezzi grossi"?

    Adesso non esageriamo nel perculare: quella frase, presa fuori dal contesto, può anche essere (mal)interpretata come vuole straccher.
    INfatti:
    Perché è una bufala = perché è un segreto segretissimo che dobbiamo tener nascosto (e dovesse essere scoperto lo dobbiamo chiamare ufficialmente "bufala")
    che sta mietendo vittime anche a livello governativo = e dato che è stato scoperto tramite l'opera dei ricercatori indipezzenti (cit.) qualche pezzo grosso è stato destituito per questo
    e questo è pericoloso per noi tutti = dove tutti non è "noi persone comuni" ma "noi disinformatori".
    :-)

    ReplyDelete