L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Friday, July 13, 2012

Il meteo tra realtà ed invenzione

http://www.tankerenemy.com/2012/07/il-meteo-tra-realta-ed-invenzione.html

Il meteo tra realtà ed invenzione


8 commenti:

  1. Nei dieci minuti necessari ad editare questo articolo, un altro fronte nuvoloso è stato dissolto dal passaggio di soli tre aerei a bassa quota che non emettevano apparentemente nulla. Solo apparentemente, in tutta evidenza.
    Rispondi

    Risposte


    1. In tutta evidenza, sei un ignobile bugiardo contamusse.
  2. Poi ci si stupisce se in questo cazzo di paese la magistratura persegue il sottoscrtitto e difende certi soggetti...
    Rispondi
  3. Nell’articolo sulle dichiarazione di Zanin la foto delle scie e’ un fake
    Rispondi
  4. Ma da dove scappano fuori sti sprovveduti: ma lo vedono il meteo? Per caso loro non vivono questa situazione?
    Rispondi
  5. Parlano spesso di zombie e cannibalismo, questa non l’avevo ancora letta:

    http://gossip.fanpage.it/cannibalismo-in-tv-nel-reality-olandese-si-mangiano-l-un-l-altro-video/

    Perche' wasp non vi partecipa?
    Rispondi

16 comments:

  1. Ah ecco, i temporali estivi non esistono più. Siamo solo noi altri che continuiamo a vederli, per un ostinato attaccamento ad un passato scomparso...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Qui ce ne sono stati uno nella notte tra mercoledì e giovedì e uno stamattina, ma evidentemente erano falsi, c'erano dei tankeroni che volavano lasciando cadere l'acqua mentre haarp produceva gli effetti speciali che simulavano i lampi ed i fulmini.

      Delete
  2. Dipende dalla quantità di rosiconi per furlong (RsK/furlong) che compongono in quel momento la materia grigia del complottista. La densità è variabile a secondo del tempo, dei millibar e dei piatti di parmigiana di melanzana sono stati preparati nelle vicinanze.

    ReplyDelete
  3. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  4. Il vero paradosso meteorologico dell’estate 2012 è (...) una cappa di afa soffocante.

    Basta questa conclusione a far capire quanto buffone sei.

    ReplyDelete
  5. Come è possibile che valori barici medio-bassi (da 1.000 millibar in giù) non siano stati associati a cielo con nuvole ed a qualche precipitazione? [1]

    Strakkino ti è morto il professore di Meteorologia?

    possono esserci basse pressioni in cui il cielo è limpido. Lasciando perdere il caso dell’occhio del ciclone, che è una estremizzazione di questo concetto, si può avere pressione bassa e bel tempo ad esempio in estate, quando i temporali dovuti all’instabilità dell’aria si concentrano nelle ore pomeridiane e nelle zone collinari e montuose. Se l’anticiclone delle Azzorre o quello africano (altra figura famosa) non sono presenti sull’Italia, una bassa pressione può approfittarne per portare il suo carico di aria fredda in quota, che scatena i temporali di cui sopra. Quasi sempre chi si trova al mare non se ne accorge quasi, e se ne sta al Sole ad abbronzarsi senza problemi.

    Nei dieci minuti necessari ad editare questo articolo

    Hai scritto editare infatti. Prima vai a cercare, male, su gugol, per qualche settimana e poi editi alla beneecazzo come meglio ti piace.

    ReplyDelete
  6. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  7. strakkinella, come al solito pavesi la tua colossale ignoranza nelle materie di cui parli, prima di fare il meteorologo di sta minchia studia la materia, ma del resto se tu dicessi la verità i quattro deficienti che ti seguono ti lascerebbero all'istante, quindi per te è meglio essere un borioso ignorante, vero?

    ReplyDelete
  8. Ragazzi a forza di chiamarlo strakkinella questo si è iscritto a siti gay.
    Il potere delle parole?

    ReplyDelete
  9. http://www.facebook.com/groups/39069322088/permalink/10151081738667089/

    ReplyDelete
  10. @wasp:
    ...e per chi rifugge da faccialibro come se fosse la peste bubbonica, si può avere un riassunto in tre parole del contenuto del link che hai postato?

    ReplyDelete
  11. Riccardo:
    http://img607.imageshack.us/img607/3392/strakeriscrittositogay.jpg
    Naturalmente è solo una presa in giro...

    ReplyDelete
  12. Sempre peggio. Le bugie sono sempre più grosse. La violenza e la malafede hanno raggiunto l'apoteosi.

    Marcianò sei un criminale. Ti meriti tutta la merda che ti succede.

    ReplyDelete
  13. Ma poi soprattutto questo idiota demente che cosa ha contro i camerieri che sono persona che lavorano e si guadagnano duramente la pagnotta a differenza sua che e' un fallito parassita che essendo incapace di trovarsi un lavoro vero vive alle spalle degli altri e di piccole truffe contro i malati di mente?

    ReplyDelete
  14. Ma se ad iscrivere Antonio su badoo fosse stato Essse, come avrebbero fatto poi i fratelloni a scoprire la password per disiscriversi?

    ReplyDelete
  15. Riccardo, dimentichi le grandi capacità di hacker degli acconguaglioni.

    ReplyDelete