L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Tuesday, August 21, 2012

Debris

http://zret.blogspot.it/2012/08/debris.html

Debris

Allora io ero là, sulla più alta delle montagne e tutto intorno a me c'era l'intero cerchio del mondo. E mentre ero là, vidi più di ciò che posso dire e capii più di quanto vidi, perché stavo guardando in maniera sacra la forma spirituale di ogni cosa e la forma di tutte le cose che, tutte insieme, sono un solo essere. (Alce nero)

E’ necessario apprendere, prima che siano gli eventi cruciali a costringerci ad imparare. E’ un itinerario lungo ed irto di difficoltà, ma non possiamo esimerci dal percorrerlo. La saggezza resta una meta inattingibile, poiché il baricentro della vita si disloca senza sosta, eppure, bisogna provare, giorno dopo giorno, a costruire le fondamenta del significato. Se la saggezza è a molti preclusa, è possibile, invece, accostarsi, almeno di quando in quando, alla sapienza. La sapienza è letteralmente capacità di assaporare, di gustare: è una forma di conoscenza diretta, perciò imparentata con l’ntuizione. L’intuizione è conoscenza che prescinde dalla logica: è ancora pensiero, ma depurato, decantato, visione dell’occhio interiore.

Si è che nell’esistenza si resta schiacciati dal pensiero che pesa, al cogito ergo… suffero. Così si inverte la prospettiva: ciò che è caduco è eternato e quello che è imperituro muore tra le spire delle incombenze e dei problemi quotidiani, come un angelo dalle ali appesantite dal ghiaccio, incapace di volare.

Bisogna, però, riconoscere che l’uomo contemporaneo è stato defraudato di tutte quelle opportunità che propiziano il redi in te ipsum. Sono circostanze esteriori (la quiete, la bellezza della natura, dell’arte, l’armonia dei rapporti umani, la sacralità e la creatività del lavoro.. ) che si traducono in occasioni di interiorità. Così oggi la vera interiorità è bene più raro dell’iridio. E’ il luogo in cui gli avvenimenti autentici diventano inesprimibili. Scrive Rainer Maria Rilke: “La maggior parte degli avvenimenti è indicibile, si compie in uno spazio che mai parola ha varcato e più indicibili di tutte sono le opere d’arte, misteriose esistenze, la cui vita, accanto alla nostra che svanisce, perdura”.

E’ lo spazio dove, come una stella lontanissima, può baluginare una verità che poi si spegne nel buio della notte. Dal profondo può sgorgare finalmente la risposta che è silenzio pieno di senso: poiché la verità, più che laconica, è muta.

10 comments:

  1. poiché la verità, più che laconica, è muta
    Ecco perché i fratellini sfornano scritti su scritti su svariati blog.

    ReplyDelete
  2. le solite seghe mentali di un cerebroleso che crede di essere un "artista"
    antonio SCIACALLO marcianò: come ci si sente ad essere l'unico insegnante al MONDO ad essere deriso in OGNI CLASSE in cui insegna, OGNI ANNO SCOLASTICO?
    Lo sai che la NEMESI per tuo fratello si avvicina, e ti toglieranno il quinto dello stipendio per rifondere le vittime delle vostre farneticazioni FASCISTE?

    ReplyDelete
  3. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
    Replies
    1. ZRET:
      "Dal profondo può sgorgare finalmente la risposta che è silenzio pieno di senso: poiché la verità, più che laconica, è muta."

      QUELO:
      "Epperò la risposta è sbajata!"

      Delete
  4. "<<..E’ lo spazio dove, come una stella lontanissima, può baluginare una verità..>>"

    E baluginarmi 'sta fava? Ci hai pensato?..:-)
    PUPPAAAA!!

    ReplyDelete
  5. Tenta di sottrarre il pensiero alla logica, così da evitare la necessità della prova e la risoluzione necessaria della contraddizione.

    Purtroppo per lui e per i reazionari trogloditi della stessa specie, la logica lo inchioda senza scampo.

    Ha letto tantissime parole senza capirne neanche una. Neanche Cioran l'ha aiutato.

    ReplyDelete
  6. Ennesima sega mentale di Antonio l'acconguaglione, condita di paroloni per farla sembrare un pensiero profondo. Purtroppo per zret, di profondo ha solo l'ignoranza e l'invidia ...

    ReplyDelete
  7. I debries in gergo astronautico sono i pezzi di vecchi satelliti e di vecchi lanciatori che ancora navigano in orbita attorno alla terra, ovverosia sono "spazzatura spaziale".

    Per l'appunto, il titolo di questo post è corretto in quanto ciò che sta scritto altro non è che "Spazzatura".

    ReplyDelete