L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Tuesday, August 28, 2012

Le nuove frontiere della geoingegneria clandestina

http://tankerenemymeteo.blogspot.co.uk/2012/08/le-nuove-frontiere-della-geoingegneria.html

Le nuove frontiere della geoingegneria clandestina



Piccola nota di eSSSe & The Strakerenemies
I dati EFIX della foto indicano che e' stata fatta con una Canon Powershot SX30 IS. Questo simpatico giocattolino ha uno zoom ottico 35x (equivalente a 840mm) a cui si aggiunge uno zoom digitale che arriva a 140x. tanto per darvi un'idea guardate questo video.
Con questa macchinetta e un aereo a 2000 metri si possono contare anche i peli del culo dei passeggeri.
E il cazzaro pretende di farci credere che la foto di merda qui sopra, cosi' sgranata, mostra un aereo a 2000 metri?
STRAKER PUPPA





Per quanto abbiamo notato anomalie nella genesi di alcune celle temporalesche, pensiamo che il grosso del lavoro sia ad oggi svolto per mezzo di aerosol finemente nebulizzati e quindi non sempre visibili. Ciò spiega perfettamente il sorvolo a bassissima quota, per opera di velivoli non identificati sui radar e privi di contrassegni idenficativi, che non avrebbero nessun vantaggio a volare a certe altitudini, visti i consumi superiori di carburante per via della maggiore densità dell'aria. E' bene precisarlo: non sono aerei in corridoio di discesa o salita, ma in volo orizzontale e su rotte non compatibili con i corridoi di discesa o salita per i principali scali italiani. Tra questi abbiamo A-319, A-320, Boeing 767, aerei del tipo "executive" ed i classici droni "Predator" (altri otto sono stati acquistati di recente). Sono praticamente spariti gli MD-80 e gli MD-81 e ciò è accaduto, nonostante essi siano ancora in regolare servizio! Questo dettaglio implica una sola spiegazione e cioè che quelli che spesso si osservavano negli anni scorsi, non erano, come ovvio, aerei di linea, anche se tali volevano apparire... Se così non fosse, dovremmo avvistarli con la medesima frequenza di un tempo... ed invece non è così.

Questo almeno per quanto riguarda le ore diurne. Constatiamo poi che l'uso di composti maggiormente persistenti (e visibili) comincia al tramonto e termina all'alba, con il sorvolo di almeno un velivolo ogni tre minuti. Ciò può anche essere dovuto all'esigenza di non essere intercettabili nemmeno dal SAT24, che, di notte, passa nella modalità infrarosso, rendendo così praticamente invisibile, qualsivoglia tipo di irrorazione con scie persistenti. Fatto è che, non appena il satellite esce dalla modalità infrarosso, dette satellitari mostrano palesi tracce dei passaggi occorsi di lì a poche ore prima (nanoparticolato di ricaduta).

A conferma di quanto scrivo abbiamo diversi fattori di riscontro.

a) Le satellitari SAT24 che mostrano dense nebbie in diradamento nelle prime ore del mattino, ben visibili anche ad occhio nudo.

b) Il cielo è completamente sgombro di nubi "da bel tempo" (impossibile che non si formino con questo caldo e l'elevata evapotraspirazione) e, col passare delle ore, diviene sempre più bianco, confermando che quegli aerei disperdono, giocoforza, composti igroscopici ed elettroconduttivi, sebbene non ne lascino traccia immediatamente visibile. Fatto è che, dopo pochi minuti il loro passaggio, il colore del cielo cambia progressivamente da un tenue azzurro della prima mattina ad un bianco accecante già a metà giornata.

Qualcuno si affretterà ad asserire che le scie di condensazione non si formano per via delle elevate temperature, ma non è una spiegazione sufficiente, visto che, in talune occasioni, durante il corso della giornata, si osservano ugualmente aerei molto bassi rilasciare scie semipersistenti a bassa quota, benché il caldo sia infernale e siano assenti i presupposti per la formazione di alcuna scia di condensazione.

In conclusione: manipolando le correnti a getto e deviando quindi la maggior parte delle perturbazioni sull'estremo Nord Europa, i militari hanno ottenuto un grosso vantaggio operativo, potendo limitarsi a diffondere metalli igroscopici ed elettroconduttivi in modo perfettamente dissimulato. Non essendovi nubi da dissipare, le scie di tipo persistente non sono più indispensabili come prima. Questo cambiamento, evidentissimo, dimostra che non siamo di fronte a comuni fenomeni fisici di condensazione (fenomeni che sono necessariamente sempre uguali con il passare degli anni, perché basati su regole fisiche perfettamente sovrapponibili), ma a vere e proprie operazioni di aerosol clandestine che, con gli anni, si sono affinate, sino a rendere la geoingegneria e quindi la modifica del clima e del tempo, una macchina da guerra praticamente invisibile, occulta ed imprendibile.

PREVISIONI METEO

Il veloce passaggio di un fronte depressionario è previsto tra il 30 ed il 31 agosto 2012: tale area di bassa pressione interesserà in special modo i quadranti settentrionali e centrali del paese, con precipitazioni brevi ma violente ed elevata attività elettrica. La perturbazione sarà subito seguìta da fenomeni atmosferici atipici, con forti venti ed instabilità atmosferica (probabili trombe d'aria). Ad esserne coinvolte saranno le regioni centrali e parte dell'Italia meridionale. Anche questa volta dobbiamo imputare queste anomalie al disordinato flusso della corrente a getto polare che, nel giro di poco tempo e quindi verso già i primi di settembre, sarà di nuovo sospinta verso l'estremo Nord Europa, lasciando una minima traccia del suo passaggio con un incudine di correnti fredde provenienti da Nord. Anche se dai primi di settembre non si verificheranno precipitazioni di rilievo, le temperature dovrebbero quindi abbassarsi notevolmente. L'impiego di scie chimiche persistenti sarà senza dubbio coincidente con l'approssimarsi della perturbazione atlantica, tra il 30 ed il 31 agosto.

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.
NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

17 comments:

  1. Come ha già fatto notare eSSSe la quota "2000 mt " è palesemente inventata per due semplici motivi

    Non è stato utilizzato alcun strumento per la determinazione della quota e non ne è stata riportata alcuna prova

    in oltre vediamo i dati Exif

    Date Time Original 2012:04:16 14:35:39
    Date Time Digitized 2012:04:16 14:35:39
    Exposure Time 1/1250
    F Number f / 5.80
    ISO Speed Ratings 80
    Metering Mode Pattern
    Flash Flash did not fire, compulsory flash mode
    Focal Length 150.50mm
    White Balance Auto white balance
    Make Canon
    Model Canon PowerShot SX30 IS

    notate la lunghezza focale 150 mm

    Aggiungiamo che la foto è stata scattata il 16 aprile, quindi non ha alcuna correlazione attuale


    Questa è la vera prova della disinformazione "patetica" attuata da tankerenemy e siti sciamisti in genere che nulla trovano di meglio se non raccontare balle talmente ridicole da sbugiardarsi da soli

    ReplyDelete
    Replies
    1. tra l'altro l'immagine e' 1 megapixel (di watt) scarsi, mentre la SX30 dovrebbe scattare a 10MP.
      Quindi quello che si vede e' 1 decimo di una foto fatta con zoom a 150mm.

      mmmm... qui ce n'e' abbastanza perche' qualcuno faccia due conticini e calcoli la reale distanza. adesso chiamo photobuster

      Delete
    2. eSSSSe, la SX30 é una 14 megapixel, con una lunghezza focale massima di 150 mm, che corrisponde ad 850 mm su una fullframe.
      La foto é quindi fatta tirando lo zoom al suo limite estremo.
      Rosario, solo i tuoi gonzi babbei boccaloni possono credere che l'aereo nella foto sia a soli 2000 metri di quota

      Delete
    3. Chiedo scusa per l'imprecisione. Io ho una SX1 che ha uno zoom equiv a 500mm ed e' una 10MP.
      Ho mescolato un po' le cose.

      Per caso sai anche calcolare la distanza dell'aereo (lunghezza 46 metri, circa 100x100 pixel nella foto?)

      Delete
    4. Per stimare la distanza tra ccd e aereo è possibile utilizzare la proporzione:
      dimensione oggetto [metri] : x (distanza da stimare [metri]) = (pixel oggetto * base CCD [mm])/base immagine [pixel]) : distanza focale [mm]

      La foto in questione è un ritaglio ma è ignota la risoluzione dell'originale.
      I pixel occupati dall'E-3 Sentry nel ritaglio sono circa 240, la base immagine dovrebbe essere 4320 pixel, la dimensione reale dell'aereo 46 metri, la base del ccd 6,17 mm e la distanza focale 150 mm.
      Il risultato è 20.129 metri... un po' troppo. Forse la risoluzione originale è inferiore, in ogni modo è ovvio che i 2.000 metri scritti sulla foto da rosario marcianò sono una stronzata infinita.
      Basta vedere le foto da Massimo Santacroce fatte proprio a quota cumulo: http://sciemilano.blogspot.it/2011/11/fotografare-aerei-di-linea-in-volo.html
      Tranne una sono tutte rappresentate sotto il 100%.

      Delete
  2. aHAHAHAHAHA fatevi una grassa risata...
    in questa review http://www.youtube.com/watch?v=-cy9vgGfVP0 della macchina fotografica, il commentatore la chiama una "stalker king" per la grande potenza di zoom.

    AHAHAHAHAHAHA il re degli stalker, guarda caso!!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ci dev'essere un refuso, la macchina è decisamente una "stralker king".

      Delete
  3. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  4. Ma LoL io ho gli aerei che volano sopra casa mia, ed a 2 Km di altezza li vedi benissimo, chiari e puliti, in quella foto sembra che sia talmente distante che è perfino sfocato, nemmeno con la macchinetta fotografica della nonna vengono così da culo a 2 KM di distanza.

    ReplyDelete
  5. Questa foto è fatta sul sentiero di discesa per Ronchi dei Legionari, quota più o meno 1500-2000 metri: come potete vedere dagli Exif non è stata ritoccata ed è fatta con uno zoom 300 (corrispondente a circa un 450). C'è un piccolo particolare, però: le dimensioni di questa rispetto a quelle di straker sono un lenzuolo nei confronti di un fazzoletto e si vede giusto un bel po' di più ...

    ReplyDelete
  6. Di fatto, se fosse stato a 2000 metri non sarebbe stato tutto nella foto.

    E il pagliaccio che ha scritto che lo zoom era disattivato (quando probabilmente la foto non l'ha neanche fatta lui)...

    ReplyDelete
  7. sterker se quello è a 2000 metri di quota tu sei un capellone.
    Visto che tu NON HAI UN CAPELLO IN TESTA (e nemmeno un neurone funzionante) , ne consegue che è almeno 10 volte più lontano.

    rosario FALSARIO marcianò: ancora 38 giorni alla tue PRIMA condanna, poi si parlerà della tua DIFFAMAZIONE nei confronti dell'ASL.

    Sterker lo sai che ogni volta che affronti un argomento scientifico dimostri la tua ignoranza? ad esempio qui Mentre qui dimostri che non capisci nulla di trigonometria, qui che non sai cosa sia l'umidità relativa, qui che non capisci un cazzo di ottica e di fisica, in questo video dimostri che spari immani cazzate (audio dei tuoi gigabite di watt alla conferenza del 19 Aprile 2009) e poi censuri il video che dimostra la tua ignoranza, d'altronde in tutte le risposte (Di Pietro, Brandolini) alle interrogazione parlamentari è stigmatizzato che sei un ignorante incompetente (la risposta del ministro è sempre stata Dall'esame della letteratura scientifica internazionale e del contenuto dei siti web. specialistici non è possibile confermare l'esistenza delle scie chimiche. I siti specialistici degli osservatori delle scie chimiche, in particolare, risultano carenti dal punto di vista scientifico.
    E che dire delle risposta di Montanari su una delle tue FIGURE DI MERDA (Egregi signori Marcianò, potreste citarmi una sola riga scritta da me che provi ciò che dite? Io mi occupo di scienza e fino a che non potrò analizzare le "tele" non avrò materia per dire di che cosa sono fatte. Questo non significa che io non veda le mele cadere. Se siete veramente interessati a sapere che cosa c'è dentro le scie, potreste attivarvi a recuperarne qualche campione. Il resto lascia il tempo che trova)?

    ReplyDelete
  8. @Buzz

    "come potete vedere dagli Exif non è stata ritoccata" in realtà gli exif sono totalmente taroccabili e il taroccamento invisibile a programmi come jpegsnoop. Ma io credo che in questo caso nessuno li abbia taroccati. Lo avesse fatto sterker, ammesso che sapeva cosa stava facendo, avrebbe ridotto la focale ad almeno 15-18mm per farci credere che l'aereo fosse davvero a 2000mt.

    Per calcolare la quota è piuttosto semplice. Riporto il famoso articolo (se qualcuno avesse voglia di indagare fino in fondo):

    http://ilcielosuvicenza.blogspot.com.br/2008/10/questione-di-stima.html

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sono sicuro che gli exif non sono stati ritoccati perché la foto l'ho fatta io (anche se il kommandant dirà tutt'altro perché si misura sul suo braccio di falsario truffatore). Il problema è un altro, non ricordo l'angolo di elevazione dello scatto. Ero lì per tutt'altro e quando ho visto il "tankerone" (scherzo) in atterraggio ho pensato a farne una foto. Dato che so che in quel punto più o meno inizia il sentiero di discesa per Ronchi dei Legionari (lo so per essere arrivato varie volte a quell'aeroporto) ho voluto fare la foto per dimostrare che non esiste un aereo "sciante" che possa riempire completamente il sensore CCD della macchina fotografica. Se si vede un aereo con scia deve per forza essere a ben altra quota.

      Delete
  9. Anche utilizzando il metodo "ad occhio" come i complottisti, quell'aereo sarà almeno tra i 7 e i 10.000mt, in perfetta zona tipica da scia di condensa. Notare poi che sono perfettamente in linea con i due motori e hanno un distacco ampio. Altro che spruzzate di nanostronzi.

    ReplyDelete
  10. Chissà se avrà mai il coraggio di usare questa app :P

    http://nico-murdock.blogspot.it/2012/08/sbufalare-diventa-sempre-piu-facile.html

    ReplyDelete