L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Saturday, December 27, 2014

L'ora di religione

http://zret.blogspot.ch/2014/12/lora-di-religione.html

L'ora di religione


Viviamo in un’età in cui il consumismo e l’edonismo più biechi sono la regola. Nonostante ciò, a volte anche tra adolescenti e giovani, si accende una favilla di curiosità intellettuale, si manifesta il vagheggiamento di un orizzonte. Dunque è una iattura che l’ora di religione nelle scuole italiane sia spesso mortificata da dibattiti su temi di “attualità”, affrontati in modo superficiale o secondo un’etica dolciastra, allineata con il pensiero dominante.

Già da qualche bambino, costretto a frequentare il catechismo, proviene un interrogativo fondamentale (la presenza del male, il destino umano, il significato dell’universo, Dio...), immancabilmente ignorato ed anestetizzato mercé una spaventosa descrizione dell’Inferno o un allettante disegno del Paradiso. Così si cercano risposte e si ricevono solo santini, aride definizioni, precetti, quando la riflessione sul trascendente rifugge da un moralismo deamicisiano.

E’ inevitabile: i pre-adolescenti si allontanano da ogni forma di spiritualità che è ricerca di senso, trasfigurazione dell’esistenza in Vita. Si aggiunga l’ipocrisia che squalifica la maggior parte dei componenti il clero e si otterrà una definitiva disaffezione rispetto al sacro.

E’ il trionfo del materialismo e del numero: il numero nella nostra asociale società non è cifra e sigillo di armonia interiore e cosmica, ma sinonimo di accumulo, di scientismo. Guénon usa l’efficace espressione “regno della quantità”. Le nuove generazioni sono attratte dall’algida logica della “scienza”, dalla sua pretesa di assolutezza che esclude il dubbio, la fantasia, il mistero, il disorientamento. Eppure solo chi è disorientato cerca una direzione.

Il sistema ormai non si limita ad eludere e ad escludere le questioni fondamentali, ma le bolla come ridicole, inutili. Chi in tali condizioni avvertirà soltanto l’esigenza di varcare i confini fisici e di una ripetitiva, insensata quotidianità per provare ad avventurarsi nell’oltre?

Oggi non è più necessario inventarsi risposte per mettere a tacere obiezioni e fugare perplessità. Oggi le domande abissali non soffiano più nel vento.


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati

10 comments:

  1. Certo, allontaniamo i giovani dall'algida scienza, così da poterli abbindolare più facilmente.
    Comunque il voler scrivere forbito a tutti i costi denota chiaramente il vuoto di contenuti, la forma per nascondere l'assenza di sostanza.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non sara' che zret di scienza non ne capisce una mazza il motivo per cui la odia cosi' tanto?

      Delete
    2. A me è sempre sembrato solo un Azzeccagarbugli di Manzoniana memoria ...
      Buone feste a tutti

      Delete
  2. come al solito la scrittura "aulica" del proFESSOre è usta per distogliere il lettore dall'infima natura di antonio SCIACALLO NAZIFASCISTA marcianò, il fratello scemo del CRIMINALE rosario FALSARIO marcianò

    ReplyDelete
  3. Dal fogna blog, sull'aereo malese scomparso

    pantosdomenica, dicembre 28, 2014 10:28:00 AM

    3° aereo malese sparito con 162 passeggeri a bordo a largo di Singapore.
    ormai è una farsa. non hanno pudore alcuno e non temono di essere smascherati perchè comunque l'apparato mediatico (TV e giornali) occidentale è compatto ed in mano a poche organizzazioni apicali.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Il complotto per sterminare la popolazione mondiale a furia di disastri aeronautici?

      Ma un po' di dignità non la hanno, vero?

      Delete
    2. Straniero stai parlano del CRIMINALE rosario FALSARIO marcianò e di antonio SCIACALLO NAZISTA marciano, delle sottospecie di vermi del genere NON SANNO DOVE SIA LA DIGNITÀ, non per nulla hanno cercato di LUCRARE anche sulla morte del padre

      Delete
  4. Solo 3 parole: PEZZO.DI.MERDA!
    Scusate il francesismo.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non offendere la merda accostanola al fratellonzo imparato

      Delete