L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Sunday, October 21, 2012

Meno male che c'è Gennaro


http://gennaro-gelmini.over-blog.it/article-nibiru-rifugi-sotterranei-bunker-2012-111451177.html

Brescia documentoBrescia-documento-2.jpgBrescia-documento-3.jpgBrescia-documento-4.jpg
Brescia, 10 ottobre 2012, mercoledì
 
 
Al Procuratore della Repubblica di Brescia
 
 
e per conoscenza:
 
 
Al Prefetto di Brescia
Narcisa Brassesco Pace
 
 
Al Presidente della Provincia di Brescia
Daniele Molgora
 
 
Al Sindaco di Brescia
Adriano Paroli
 
 
Al Questore di Brescia
Lucio Carluccio
 
 
Al Direttore del Dipartimento per l’Informazione e la Sicurezza (DIS)
Giampiero Massolo, Roma
 
 
At the Public Communications Office
of the National Aeronautics and Space Administration (NASA) Headquarters
Washington, DC, USA
 
 
In libera diffusione, previa possibilità e salvo esaurimento copie
ai soli fini della divulgazione
 
 
Oggetto: aggiornamento all’Esposto, consegnato in data giovedì 13 settembre 2012, concernente l’esistenza probabile di rifugi sotterranei abusivi in cemento armato, aventi intamezzi di lastre di lega al titanio che li rendono per questo non localizzabili in indagini con georadar, costruiti per trovare erroneo riparo dall’influsso gravitazionale esercitato da un pianeta avente una massa estremamente compatta, a cui consegue un enorme influsso gravitazionale, avente i nomi, indicanti il medesimo corpo celeste, Nibiru, Sedna, Eris, Marduck, Xena e Pianeta X (Planet X) e la sigla 2003 UB 313, causante sul pianeta Terra il consistente aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità, di cui si chiede altresì di formulare la relazione ufficiale rigiardo la sua esistenza e pericolosità a tutta la popolazione mondiale attraverso i media, affinché sia posta nella condizione di potersi salvaguardare e per adeguare risposte e proposte all’emergenza con capace coodinamento derivante dalla conoscenza del particolari fatti quivi descritti, in base alle ipotesi di reato formulate dall’Art. 40 comma 2° e dagli Artt. 362, 432, 434 e 450 del C.P.
 
Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia, io sottoscritto Gennaro Gelmini, nato a Milano il 24 novembre 1974, residente in Viale Valganna 216, 21100 Varese, avente numero di telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946, e-mail gennaro.gelmini@email.it e sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it , espongo quanto segue:
 
presentandosi nuovi elementi d’indagine, dovutamente ho stilato e consegno codesto aggiornamento per la sua utilità della discernita delle novità che si svelino incessantemente e quei piccoli particolari divengono importanti allorquando trattasi di rifugi abusivi, ovvero senza le dovute autorizzazioni all’edificazione e registrazione mappale presso le Autorità costituite ed edificati con intamezzi di lastre di lega al titanio che li rendono per questo non individuabili mediante indagini con georadar, segnale radar indagatore di luoghi occultati con dei limiti d’operatività; se codesto tipo di intramezzi sono faticosi da realizzare, codesta fatica può essere alleviata se le supposte costruzioni si estendano in ulteriore ampiezza solamente oltre la profondità a cui possa arrivare l’indagine al georadar, profondità in cui ogni accortezza costruttiva affinchè venga impedita la scoperta di tali siti da parte delle Autorità è evidentemente superflua.
E’ di fondamentale importanza rendere nozione sul cospicuo danno che codesti rifugi abusivi creeranno indirettamente, mediante l’improvvisa mancanza sul posto di lavoro di personale specializzato e soprattutto necessario, allorquando in codesti rifugi vorranno trovare riparo tutti quelli che hanno adottato questo sbagliato metodo di salvaguardia e proprio per la loro abusività, potrebbero accogliere anche personale precettato a stare sul posto di lavoro l’emergenza globale, potrebbe ufficialmente darsi per disperso, fuggendo per andarsi invece ad affossare in uno di quei rifugi.
Riguardo l’impossibilità ad uscire da questi bunker, sarà data tal volta dall’ostruzione delle vie di fuga, altre volte dal blocco elettronico delle uscite, poiché controllate per motivi di sicurezza da computer che potranno avere  malfunzionamenti, altre volte ancora l’uscita sarà impedita in un primo momento dai gestori dei rifugi stessi, temendo che chi vi fuoriesca vada successivamente a minare il segreto dell’ubicazione di quel luogo.
Ad improvvidi usufruitori verrà sommariamente detto che il rifugio è stato costruito in maniera da resistere ai flare solari, detti anche brillamenti solari, sontuosi raggi solari ricandenti in quantità abnorme sul pianeta Terra, senza però conoscere appieno come questi flare si comportino al di sotto della crosta terrestre e a causa di ciò potersi ritrovare sottoterra con problematiche non risolvibili.
Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia, torno a riferirvi che codesti rifugi sono stati costruiti per sfuggire all’azione gravitazionale del pianeta Nibiru, nel mentre alla popolazione del Mondo intero nulla è stato ufficialmente riferito: occorre far conoscere ufficialmente la verità prima che la popolazione globale scorga in cielo Nibiru ad occhio nudo, poiché se si giungesse a questo bisognerebbe sommare lo scandalo per non averlo saputo prima allo scandalo per averlo scoperto pubblicamente nel frattempo che ufficialmente se ne taceva ancora l’esistenza, poiché il life loop in contdown, il conto alla rovescia per il cambiamento del ciclo di vita del pianeta Terra è già iniziato e dovendomi dovutamente ripetere per un breve tratto, ma con novità importanti successivamente riportate, occorre informare che codesti rifugi sotterranei, o dir si voglia bunker, sono stati costruiti per trovare rifugio dall’influsso gravitazionale dovuto al pianeta, avente i molteplici nomi, indicanti il medesimo corpo celeste, Nibiru, Sedna, Eris, Marduck e Xena (che si pronuncia Scila) e sigla 2003 UB 313, a causa della sua massa estremamente compatta e della sua orbita estremamente ellittica, cioè stante a distanza sempre disuguale dal Sole e dai restanti pianeti del Sistema Solare, che ogni 3600 anni circa lo riporta al suo perielio situato a 3,25 Unità Astronomiche avente e in conseguenza alla natura della sua massa estremamente compatta, rilevata dal suo enorme influsso gravitazionale, è causa sul pianeta Terra del consistente aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità, è stato astronomicamente segretamente scoperto nel 1983, conferendogli origimariamente alla scoperta astronomica la sigla di denominazione in greco ΩΡΚ (che si pronuncia omega rho cappa) come sovente si attribuisce alle stelle per catalogarne la luminosità, secondo cui Ω, che è l’ultima lettera dell’alfabeto greco, in questo contesto significa luminosità estremamente bassa: Nibiru irradia poco e soprattutto raggi infrarossi, che gli umani non percepiscono, inoltre risulta maggiormente visibile al crepuscolo e sovente invisibile poiché coperto dalla luce solare, non risulta quindi tuttora visibile ad occhio nudo per questo oltreché per colpa dei nostri occhi che non percepiscono i raggi infrarossi, solo con opportuni filtri ottici è possibile vederlo, ma in breve tempo diverrà visibile senza implicazioni tecnologiche, inoltre Nibiru, al perielio in data 08 giugno 2013, situato a 3,25 Unità astronomiche dal Sole ad equa distanza tra i pianeti Giove e Marte, compiendo un’orbita estremamente ellittica, dissimile dagli altri pianeti del Sistema solare e per quasto sfuggente ai basilari studi astronomici, sovente sbrigativi poiché nella prospettiva di quanto divulgato ufficialmente dagli Enti astronomici che mantengono celata tale scoperta, minorando così facendo l’interesse per le celate faccende, tra queste per l’appunto la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru.
Al tempo presente Nibiru, nel ravvicinato transito attorno al Sole, trovasi a 4 Unità Astronomiche da esso e se non è tuttora stato ufficialmente osservato, esistono numerosissimi video e foto di Nibiru da aggiungere ai contatti che mi hanno sempre dato sicurezza su quanto divulgo e l’evidenza dei fatti giunge lo stesso comunque, attesa o inattesa che sia, Nibiru esiste e se fino ad adesso non si è potuto osservare ad occhio nudo in base a quanto ho pocanzi scritto, l’attesa sarà breve, con cotanto stupore Nibiru si potrà osservare a breve in cielo per davvero ad occhio nudo.
Nibiru nel 2003 è stato nuovamente osservato dal radiotelescopio dell’Osservatorio Astronomico della Sierra Nevada in Spagna, identificandolo come Planet X, altro nome di Nibiru, solo allora la National Aeronautics and Space Administration (NASA) sostenne che lo aveva scoperto 6 mesi prima, battezzandolo Sedna, senza però chiarire per quale motivo non ne avevesse ancora diramato la notizia, facendolo ritenere Sedna planetoide di dimensioni modeste, ma che in breve, per il suo continuo transito in avvicinamento, crebbe visivamente di dimensioni, successe quindi che la NASA diramò la notizia della scoperta di un planetoide a nome Xena (pronuncia Scila), ribattezzato Eris dall’Unione Astronomica Internazionale, senza avvedersi di cambiarne la sigla, che in un primo tempo rimase 2003 UB 313, finendo chiaramente in errore, poiché non è possibile mettere a due diversi oggetti spaziali la stessa sigla, inoltre Eris è stato ufficialmente scoperto nel 2004, rendendo palese questa azione di occultamento, oltreché a rapportarsi alla medesima identità planetaria vi è il colore rosso del pianeta e il suo principale satellite, di colore bianco, notoriamente denominato Gabrielle, si evince quindi trattasi sempre di Nibiru, che al tempo presente e per poco ancora rimane occultato dalla luce solare (radiazione solare), ma che a breve potremo osservare anche ad occhio nudo, vi è inoltre da notare che sia Sedna, sia Eris, sono stati ufficialmente scoperti dallo stesso Astronomo della National Aeronautics and Space Administration (NASA) Michael Brown.
L’azione di me medesimo Gennaro Gelmini, nato a Milano il 24 novembre 1974, residente in Viale Valganna 216, 21100 Varese, avente numero di telefono fisso 0332232143 e mobile 3407077946, e-mail gennaro.gelmini@email.it e sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it si è svolta precedendo il susseguirsi degli eventi, da 13 anni la compio per voler aiutare la collettività tutta a superare agli eventi generati dall’influsso gravitazionale esercitato dal pianeta Nibiru e in questo stesso anno 2012 abbiamo vissuto diversi cataclismi, tra cui i terremoti di 5.9° Richter il 20 maggio 2012 e di 5.4° Richter il 29 maggio 2012 in Italia in Emilia Romagna, alluvioni e siccità in tutto il Mondo, tra queste la siccità negli Stati Uniti d’America, sintomo di una prossima alluvione e il verificarsi di nuovi terremoti negli stessi USA, anche in California, come testimoniano i recenti forti sciami sismici verificatesi sulle coste di tutto il Continente Americano, soprattutto su quelle a ridosso dell’Oceano Pacifico, e in aggiunta, dopo periodi siccitosi da record negli Stati Uniti d’America durante questa stessa estate 2012, al termine di successive alluvioni subentrate con tornado e uragani, terminati tali eventi meteorologici, tramite la capillarità, delle falde freatiche vi è un movimento geologico seppure limitato delle stesse, che implica un impulso verso le faglie tettoniche che in questi stessi anni durante i quali l’influsso del pianeta Nibiru è in consistente aumento costante, vengono ancor più sollecitate allo scatenarsi di nuovi terremoti ed eruzioni vulcaniche nell’autunno di questo stesso anno 2012 negli Stati Uniti d’America – California, Italia e area mediterranea: come avvenuto per la primavera del 2012, allorquando si reputava la Pianura Padana debolmente sismica, in cui nel precedente periodo al terremoto del 20 maggio 2012, senza restrizioni di sorta, ho divulgato la pericolosità sismica per le stesse zone che continuo giustamente ad indicare, alla medesima maniera avverranno nuovi terremoti ed eruzioni vulcaniche nella stagione autunnale del 2012, con un riferimento particolare al centro e sud d’Italia e alla California (USA), considerando i movimenti tellurici di queste settimane, tutta la costa ovest del Continente Americano è in incessante veloce scorrimento, per me medesimo Gennaro Gelmini che studio l’argomento da 13 anni, non avevo ancora visto in breve tempo tutti codesti movimenti tellurici, non piccole scosse, ma forti terremoti, avvenuti su tutta la costa americana dell’Oceano Pacifico che ci consegnano una netta idea che un prossimo forte terremoto negli Stati Uniti d’America in California è innegabile, in quanto le faglie, sia a sud che a nord rispetto alla California stessa, hanno appena avuto movimenti tellurici tali che a catena ne prevederanno altri e la California, che sta nel mezzo di questi eventi, a breve ne rimarrà per forza coinvolta, allo stesso modo per l’area mediterranea, i movimenti tellurici che hanno da poco interessato la Grecia, la Turchia, il Medio Oriente e l’Iran, sono sintomi per nuovi eventi sismico – vulcanici in Italia, per questo è utile e doveroso che sia dichiarata ufficialmente l’esistenza e la pericolosità del pianeta Nibiru, proprio poiché solamente attraverso la consapevolezza di tutti riguardo quanto sopra detto, si può giungere al secondo passo di soluzioni di salvaguardia di tutta la popolazione, all’azione successiva a quella della divulgazione, con la creazione di gruppi di persone aventi come mansione il voler aiutare la popolazione tutta a superare il momento critico, non un generico compito, bensì con scopi organizzativi e sociali definiti, con lo scopo di voler alleviare qualsivoglia dolore per gli accadimenti della trasformazione globale che a breve avverrà, che proprio per evitare l’anarchia e la sovversione qualora possano presentarsi, tali gruppi devono essere composti da autorità politiche, civili e militari nominate direttamente e non indirettamente tramite Enti, con un nome e cognome facente si che la popolazione li identifichi per ciò per cui sono stati nominati, ovvero dei soccorritori, creandosi per l’appunto dei gruppi di 15 persone ciascuno per ogni città e di ulteriori attivisti di impegno sociale “pro populo” facciano riferimento e pongano mano d’aiuto collettivo, dovendo così ritenere opportuno agire, mancando per adesso solo le dovute appovazioni governative.
Io e gran parte della popolazione opteremo comunque per salvarci sulla terra e non sottoterra, dato che riteniamo di primaria importanza poterci salvaguardare nei luoghi consoni alla nostra vita, viviamo sopra la terra e così continueremo a vivere, giungerà inoltre l’ufficialmente inatteso intervento a cui non me ne voglia, ma occorre metterlo tra le voci in capitolo sicché è realtà imprescindibile seppure al pari di Nibiru, ufficialmente negata ma indissulubilmente legata dal fatto che invaderanno pacificamente il pianeta Terra provengono dal pianeta Nibiru e non soltanto da esso, ribadendo che dove esiste l’acqua esiste la vita; ho avuto ordine perentorio di non recarmi in questi in queste tane di bunker poiché mi hanno riferito che potrei non riuscire ad uscirne e a mia volta io sottoscritto Gennaro Gelmini esorto si eviti di andarsi ad intrufolare in luoghi non consoni all’umano vivere anche perché al già impensieriti eventi che debbano accadere si eviti di sommare il timore di non poter far ritorno alla luce, l’abusivismo non pone certezze sui metodi costruttivi utilizzati, che possono evidentemente presentarsi non consoni alle norme anche in fatto di materiali utilizzati e di manodopera non sempre adeguata alle tecniche costruttive.
Estremamente importante sottolineare adesso il transito dei NEO (Near Earth Object), ovvero quelle meteore che transitano nello spazio estremamente nelle vicinanze del pianeta Terra; il pianeta Giove, durante lo scorso mese di settembre 2012, è stato colpito due diverse volte da meteore e tali eventi meteorici ci fanno tornare a mente il perielio dell’orbita di Nibiru che si assesterà proprio ad equa distanza tra i pianeti Giove e Marte, ma soprattutto perché sono stato anticipatamente informato in tal senso, la caduta di meteoriti di grandi dimensioni sul pianeta Terra avverrà in brevissimo tempo, di taluni di questi NEO difatti non ci viene ufficialmente rivelato con certezza l’impatto che avverrà con le meteore provenienti dalla Coda del Drago, la scia meteorica di Nibiru, che divenute meteoriti incandecenti al contatto con l’atmosfera terrestre, impatteranno con perniciosa certezza e se non se ne discute è essenzialmente poiché le agenzie spaziali ritengono di poter intervenire contro essi come per la cometa Elenin, che per il suo transito estremamente vicino alla Terra come io sottoscritto Gennaro Gelmini descrissi dovesse avvenire in maniera ravvicinata ma senza impattare, ma siccome altri studiosi ritenevano invece potesse impattare sulla superficie terrestre, decisero quindi di colpirla con il missile denominato X-37B, lanciato il 5 marzo 2011 da Cape Canaveral in California, Stati Uniti d’America, tramite la collaborazione tra la Uniter States Air Force e la National Aeronautics and Space Administration (NASA), ma se ora hanno pensato di fare all’identica maniera, mentre con Nibiru è certamente impossibile data la sua massa compatta inscalfibile, altresì per le meteore la loro frantumazione la maggiorparte delle volte fallisce, per cui le agenzie spaziali interessate da codesti incarichi, mentre alla quasi totalità della popolazione nulla dicono, se ne facciano invece una ragione sul fatto che non è possibile evitare ogni impatto meteorico, che se per le meteore di minore entità si risolvesse con la loro frantumazione tramite missili, c’è comunque da attendersi una consistente pioggia meteorica sul pianeta Terra, sia quindi rivelata ufficialmente la presenza del pianeta Nibiru, ovviamente congiuntamente alla Coda del Drago; con la caduta meteorica occorrerà quindi porre l’attenzione non soltanto sull’evento in sé stesso, ma ritenendo i meteoriti di questo periodo di tempo parte della coda meteorica del pianeta Nibiru, la Coda del Drago, si eviti quindi, per i successivi terremoti che andranno verificandosi, di ritenerli solamente dovuti all’impatto meteorico, ma facenti parte del più complesso evento collegato a Nibiru, affinché si eviti di rallentare ulteriormente il conseguimento della realtà dei fatti, mancanza che ha creato danno alla collettività tutta e a cui non è stata tuttora data ufficialmente occasione a motivo per potersi iniziare a salvaguardare dagli eventi che ci attanagliano.
Nel redigere l’Esposto del 13 settembre 2012 ho avuto una svista scrivendo 14 invece che 13 nella data successivamente corretta a penna e questo è accaduto poiché avevo intenzione di propendere per giungere a Brescia il 27 agosto 2012, ma neanche il 5 settembre 2012 vi sono riuscito, ciò è successo poiché sono abituato a fare più cose possibili nel minor tempo possibile e i miei impegni sono stati dovutamente distolti dalla preparazione dell’Esposto consegnato al Procuratore della Repubblica di Torino in data 8 settembre 2012, profittando del desiderio di ricontattarlo prima di date fatidiche e dopo averlo precedentemente contattato in varie occasioni nel 2010 e dallo svolgimento di 3 video premonitori alla Torre di Velate presso la frazione Velate di Varese, ma evidentemente dietro quel 14 è nascosto il messaggio ispirato secondo cui era mia intenzione agire a Brescia 2 settimane dopo, ovvero 14 giorni dopo avere avuto elementi attendibili per giungere alla Vostra rispettabile presenza.
Allego al Presente aggiornamento all’Esposto consegnato a Signoria Vostra Procuratore della Repubblica di Brescia e molteplici Autorità bresciane il 13 settembre 2012, copia di tale Esposto come prassi legislativa richede, copia del documento consegnato a Roma ai Ministri dell’Ambiente, dell’Istruzione, della Giustizia, degli Affari Esteri, della Difesa, dell’Interno e altri pregevoli intestatari in data 8 febbraio 2012, copia dell’Esposto consegnato al Procuratore di Padova e a distinti intestatari il 7 giugno 2012 e copia dell’Esposto consegnato al Procuratore della Repubblica di Torino in data 8 settembre 2012.
Torno a fare presente come contatti divulgativi, oltre al precedentemente annoverato mio principale sito internet http://gennaro-gelmini.over-blog.it , il sito secondario http://gennarogelmini.maxiblog.it , i quattro canali video internazionali su YouTube, Dailymotion, Vimeo e Video Bigmir, le e-mail sussidiarie, oltre a gennaro.gelmini@email.it , gennaro.gelmini@katamail.com e gennaro.gelmini@bigmir.net , ringrazio sentitamente la mia fidanzata Patrizia Gigli per quanto mi è stata accanto sentimentalmente, mia madre con i ritratti di famiglia, le poesie e le ricette di cucina pubblicati sul suo sito http://anna-rinaldi.over-blog.it , oltreché gli amici tutti, stabilendo la buona riuscita delle mie imprese di divulgazione riguardo il pianeta Nibiru e il fenomeno UFO in sostituzione a chi ci avrebbe dovuto riferire di codeste verità ma non lo ha fatto, tornando a chiedere a Vostra Signoria Procuratore della Repubblica di Brescia il vostro interessamento, affinché sia resa nota la presenza e pericolosità del pianeta Nibiru a tutta la popolazione mondiale, in concomitanza alla stesura di un rapporto riguardante la pericolosità dei rifugi sotterranei per quanto elencato nella presente, ottemperando al rispetto della Legge, attenendosi alle ipotesi di reato espresse dall’Art. 40 comma 2° e dagli Artt. 362, 432, 434 e 450 del C.P.
Brescia, 10 ottobre 2012, mercoledì
IN FEDE
GENNARO GELMINI
 
 
 
Gelmini Gennaro, Viale Valganna 216, 21100 Varese – telefono fisso 0332232143, mobile 3407077946

18 comments:

  1. Oddio!
    HA SCRITTO ANCHE ALLA NASA!
    Ma poveraccio, il mio non è un augurio ma una constatazione: questo è realmente un candidato a TSO.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Beh, se è per questo, ha scritto alla Procura di Brescia e sta dalle parti di Varese...

      Delete
    2. Quando si dice "Stare fuori come un balcone".

      Delete
  2. In libera diffusione, previa possibilità e salvo esaurimento copie
    ai soli fini della divulgazione


    ilpeyote basta il neretto

    ReplyDelete
  3. Nibiru..causante sul pianeta Terra il consistente aumento di eventi quali terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, tornado, uragani e tifoni, maremoti ed onde anomale, repentini sbalzi di temperatura e pressione atmosferica, grandinate, cadute meteoriche ed interferenze elettromagnetiche, frane e siccità

    Cazzo...quindi è tutto provocato da Nibiru!!..:)

    ReplyDelete
  4. Minchia Strakkino quanti cuGGini:

    Straker lunedì, ottobre 22, 2012 12:45:00 m. Sono un "assente giustificato". Oggi ho avuto ospiti ben informati, i quali, tra le altre cose, mi hanno riferito che presso un Comune del Piemonte (del quale non faccio voluamente il nome), l'assessore all'ambiente ha riferito: "Sappiamo tutto, ma non possiamo fare niente. L'A.R.P.A. ci fornisce costantemente i dati dell'aria ed i risultati sono a dir poco allarmanti, con la presenza dei metalli a noi noti (alluminio e bario in primis), ma pure elementi radioattivi nonché patogeni. Purtroppo noi non possiamo fare assolutamente niente e, allorquando abbiamo provato ad eccepire qualcosa, ci hanno risposto che il cielo è sotto totale gestione militare. A dimostrazione di ciò, posso aggiungere che, ogni qualvolta abbiamo intenzione di intraprendere inizaitive che occupano, in qualche modo, il nostro spazio aereo, dobbiamo chiedere precise autorizzazioni all'aeronautica militare italiana"

    ReplyDelete
  5. E' tutto vero. L'altro giorno mio cuggino mi ha detto che ha visto un bambino, a cui era sfuggito di mano un palloncino, arrestato e giustiziato sulla pubblica piazza dopo processo sommario perché il palloncino avrebbe potuto nascondere apparecchiature atte ad analizzare l'aria in quota, attività questa severamente vietata.
    Avrei solo una piccola domandina da fare al bugiardo compulsivo cronico: visto che l'ARPA è parte del complotto, perché gli fornisce i dati reali? Non far3ebbe prima a fornirli taroccati? Sig Marcianò, visto che lei quest blog lo viene a leggere mediamente ogni cinque minuti, potrebbe degnarsi di rispondere a questa mia umile domanda?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Riccardo, non puoi chiedergli conto delle balle che spara, lo sai che è sleale... :D

      Delete
  6. "...trattasi di rifugi abusivi, ovvero senza le dovute autorizzazioni all’edificazione e registrazione mappale presso le Autorità costituite..."
    In pratica è un esposto per abuso edilizio ... altro che complotti ...

    ReplyDelete
  7. Gelmini e' del 1974? Credevo fosse un vecchio rincoglionito da quello che dice e da come lo dice.
    Poveretto...

    ReplyDelete
  8. Strakkino, ogniqualvolta tu vuoi "intraprendere iniziative che occupano il nostro spazio aereo", fosse anche una gara di aeromodellismo, devi richiedere un NOTAM all'ENAC, che è l'Ente Nazionale Aviazione CIVILE, oppure avere un NOTAM permanente sul tuo campo di volo. Funziona così, sono regle di sicurezza dettate dal buon senso, non dai militari, cretinetti!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Anche per usare il deltaplano o fare paracadutismo...

      Delete
    2. Anche per usare il deltaplano o fare paracadutismo...

      Delete
  9. ... evabbé ... è un rincoglionito ggiovane ...

    ReplyDelete
  10. (del quale non faccio volutamente il nome) e ti credo me lo sono inventato, sono scemo non sciacallo... o è il contrario???

    ReplyDelete