L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Monday, September 23, 2013

Le quote di volo degli aerei chimici: ecco le prove delle truffe di Straker!


http://www.tankerenemy.com/2013/09/le-quote-di-volo-degli-aerei-chimici.html

Le quote di volo degli aerei chimici: ecco le prove!


Come molti avranno notato, partecipando alle discussioni immancabilmente fagocitate da disinformatori mercenari, costoro puntano sempre su un punto fondamentale, cioé il seguente: "Quelle che vedete sono normalissime contrails rilasciate dai motori caldi degli aerei di linea ad altissima quota". E' palese che, nel momento in cui questo caposaldo crollasse, i negazionisti istituzionalizzati non potrebbero più giustificare in alcun modo la presenza di scie nei nostri cieli. D'altronde la stessa N.A.S.A., pesantemente coinvolta nelle attività chimiche a fini militari, giustifica le chemtrails definendole contrails ed ha pure inventato nuove classificazioni per tutte quelle formazioni artificiali originate dalle operazioni di geoingegneria clandestina. Anche i meteorologi, civili e militari, seguono questa... scia, come è naturale, ma tutto il castello di menzogne crolla miseramente, dal momento in cui è dimostrato - ed è dimostrabile in qualsiasi momento - che le scie igroscopiche (clouds base hygroscopic seeding) osservabili da terra sono disperse "a bella posta" (Generale Fabio Mini) a quote spesso inferiori ai 1.600 metri dove non sussistono per nulla i parametri fisici necessari per la formazione delle fantomatiche scie di condensazione [1]

QUALI SONO QUINDI I PRINCIPALI, INCONFUTABILI CARDINI SECONDO CUI GLI AEREI IMPEGNATI NELLA GUERRA AMBIENTALE RILASCIANO SCIE (NON DI CONDENSAZIONE) A QUOTE NON SUPERIORI AI 2.000 METRI? ELENCHIAMONE QUALCUNO.

a) I velivoli sono ben visibili ad occhio nudo nei dettagli, anche di notte. Un aereo che voli a quote anche superiori agli 8.000 metri non può essere scorto, a meno che l’apparecchio non generi una scia che comunque sarebbe brevissima ed esile. Nel libro "La fisica delle particelle", infatti, si legge: "Quando un aereo a reazione passa alto nel cielo, si forma sulla sua scia una nube di cristalli di ghiaccio chiaramente visibile, anche se non è possibile scorgere l'apparecchio". [2] [3]

b) I test con laser verde di gittata non superiore ai 4.000 metri dimostrano che il suo fascio di luce concentrata attinge la pancia degli aerei, durante il sorvolo notturno a bassa quota. Se si trattasse di aerei commerciali ad altissima quota (dagli 8 ai 13 km di altitudine), la luce del laser non potrebbe illuminare la fusoliera dei tankers. Anche le misurazioni tramite telemetro (range finder) non sarebbero possibili, se le unità in oggetto volassero a quote di crociera (24.000 piedi ed oltre), poiché il fascio laser dello strumento non ha tale portata.


c) Le regole della propagazione del suono implicano che il rombo di aeromobili che volano a quota di crociera (8.000/14.000 metri) non può essere udito. Un semplice calcolo matematico dimostra, invece, che se il motore di un velivolo viene udito nell'arco di pochi secondi dal suo sorvolo sulla verticale, l’aereo non supera i 1.800 metri di altitudine (velocità di propagazione del suono nell'aria: 343 m/sec. +/- 5%). I particolari sono ai seguenti link:

- Relazione tra propagazione del suono e quote dei velivoli, 2008
- Calcolo della quota in base al suono percepito, 2009

d) Il radar Doppler - Il radar Doppler è un particolare tipo di radar che si basa sull'effetto di slittamento in frequenza, definito, appunto, effetto Doppler. L'effetto Doppler è l'apparente variazione di frequenza delle onde emesse da una sorgente in moto rispetto ad un osservatore: la frequenza aumenta, se sorgente ed osservatore si avvicinano, mentre diminuisce in caso di allontanamento. Il fenomeno fu scoperto dal fisico e matematico C. Doppler (1803-1853) per le onde sonore, ma si verifica anche per quelle elettromagnetiche. L'effetto Doppler ha molte applicazioni nella tecnica (radar), in medicina (ecografia), in astronomia. Esso permette al radar di distinguere bersagli in movimento anche in presenza di oggetti fissi. L'obiettivo del C.D.D.P., che ha realizzato il video, è quello di fornire la documentazione inoppugnabile circa le attività chimico-biologiche (chemtrails), attraverso immagini digitali e di radar meteorologici i cui dati sull'atmosfera superiore indicano che le condizioni meteorologiche presenti alla quota degli aerei chimici NON sono idonee per la formazione di scie persistenti in base ai parametri fisici. Dunque le nuvole filiformi di bassa quota, create dai velivoli clandestini, non sono cirri, a differenza di quanto affermano i meteorologi di regime, ma scie tossiche. I cirri veri, infatti, che si trovano a quote molto più alte, non possono essere rilevati dai radar meteorologici Doppler. Qui il filmato: http://www.tanker-enemy.tv/doppler-radar-and-chemtrails.htm

e) La stima trigonometrica della quota di un tanker chimico costituisce un altro metodo idoneo a dimostrare le quote di volo dei velivoli rilascianti scie chimiche (persistenti e no). I particolari a questo link.


f) Il metodo del focale è più complicato, ma ugualmente efficace. I chiarimenti qui

g) Anche l'applicativo Google Earth dimostra, involontariamente, che le attività di aerosol sono in gran parte compiute a bassa quota e quindi in condizioni non adatte alla formazione di qualsivoglia tipo di scia di condensazione. Le spiegazioni sono in questo articolo.

h) Il computo della velocità dimostra che i velivoli impegnati nelle operazioni di guerra climatica viaggiano a velocità ridotte, a causa della notevole densità dell'aria presente a basse altitudini al fine di evitare danni strutturali. Se fossero aerei commerciali a quote elevate, essi dovrebbero toccare velocità di crociera. Gli approfondimenti in un prossimo articolo.


g) Last, but not least, la prova regina: essa può essere verificata da chicchessia, senza particolari conoscenze tecniche e solo mediante l'osservazione diretta. Mi riferisco alla "prova del cumulo". Se, infatti, un aereo produce la sua mortale scia di metalli pesanti, nanopolimeri, biossido di zolfo etc. all'interno oppure al di sotto di un cumulo (notoriamente si tratta di una nube bassa che non supera i 1.600 metri di altezza), significa in modo inequivocabile che quell'aereo sta incrociando a bassa quota, fuori dai corridoi ufficiali ed al di sotto delle altitudini consentite dalle normative sulla sicurezza del volo. [4]

h) la truffa del telemetro

[1] Afferma il meteorologo mio collega straccione statunitense Scott Stevens: "Sono aerei militari che volano a bassa quota, a trasponder spento e che sono camuffati da velivoli civili".

Dane Wingington asserisce: "I motori a reazione non producono scie di condensazione, se non in condizioni rarissime e comunque gli aerei che eventualmente generano una breve ed effimera contrail sono troppo alti per essere visti da terra. In realtà, la maggior parte delle persone non potrà mai vedere una vera scia di condensa in tutta la sua vita. Molti osservatori del cielo e piloti di linea hanno deciso di esprimere il loro sdegno per la clamorosa disinformazione con cui è occultata la geoingegneria clandestina".

[2] "L’immissione in atmosfera dei gas di scarico degli aerei, ricchi di nuclei di condensazione e di vapore acqueo, determina la sovrassaturazione del vapore acqueo e quindi la formazione di scie. Le scie di condensazione si formano ad altezze in cui la temperatura dell’aria è molto bassa (inferiore a -40 °C), con umidità relativa almeno del 60%. Le scie possono essere più o meno durare nel tempo, a seconda della stabilità dell’aria e della quantità di vapore presente". [G. Sansosti, A. Giuffrida - Manuale di meteorologia, Una guida alla comprensione dei fenomeni atmosferici e climatici in collaborazione con l'U.A.I. (Unione Astrofili Italiani), 2006, pag. 86]

[3] Le scie di condensazione ad alta quota sono un fenomeno rarissimo. Ciò perché alle altitudini dei voli di crociera l'atmosfera è molto secca, per cui nemmeno l'acqua proveniente dai motori dei jet è sufficiente affinché si formino scie di condensazione, anche non durature. Oltre a ciò è bene chiarire che la persistenza e l'espansione delle scie di condensazione è un mito da sfatare, in quanto bisognerebbe ipotizzare valori di UR (umidità relativa) in quota superiori al 150% ed in progressivo aumento. Ciò è praticamente impossibile. In realtà quelle scie che sfregiano i nostri scieli sono il risultato della dispersione di trimetilalluminio (TMA), in percentuali vicine al 14%. I dettagli qui: http://www.tankerenemy.com/2012/12/un-documento-governativo-del-1958.html

[4] 3.1.2 Altezze minime: "Ad eccezione dei casi in cui è necessario per il decollo o l'atterraggio o nei casi di permesso accordato dall’E.N.A.C., gli aeromobili non devono volare al di sopra di aree abitate di città e paesi, su insediamenti o assembramenti di persone all'aperto, a meno di volare ad un’altezza tale da consentire, in caso di emergenza, un atterraggio senza mettere in pericolo persone o beni al suolo".

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora, gonzo da spennare che non sei altro!





3 commenti:

  1. Ciao, l'unica cosa sulla quale ho qualche dubbio è il punto a) ossia io questi aerei non riesco a vederli così chiaramente come descritto, men che meno nei dettagli.
    Vedo che si tratta di aerei ma ne intuisco giusto la forma, mi risulta impossibile andare oltre. La mia vista è di 12/10.
    Non è per smontare quanto affermato, vorrei solo dei chiarimenti in merito a questo punto poiché osservo il cielo ormai da anni e questa è l'unica cosa che non mi è mai stata possibile (vedere chiaramente gli aerei).
    Rispondi
    Risposte
    1. Possibile? Mia madre, che ha ottanta anni e non ci vede senza occhiali, li avvista in piena notte, da tanto che sono bassi.

      Dovrai cambiare oculista.
  2. Quelli che fanno scie in basso li vedi bene eccome (12/10 pure io fatti con il laser 2 anni fa). Quelli più alto vedi solo il fumarone bianco.

    A San Marino stasera il cielo è metallizzato. Hanno sparato tutt' oggi.
    Rispondi

22 comments:

  1. Straker, ripetere cazzate non le trasforma in vertià. Dove sono le PROVE?

    ReplyDelete
  2. "Molti osservatori del cielo e piloti di linea hanno deciso di esprimere il loro sdegno per la clamorosa disinformazione con cui è occultata la geoingegneria clandestina"
    hanno firmato un manifesto? O_O
    mi dev'essere sfuggito... ^_^

    ReplyDelete
  3. si riparla (è lui a farlo :D non io...) di telemetro
    allora ok, lo faccia vedere una buona volta e ripeta le misure specificando anche l'ora, così facciamo la controprova su Flightradar24 (che per qualche tempo conserva lo storico delle tracce)

    o non ce l'ha più, il telemetro? difficile che lo abbia dato a un attivista come sosteneva una volta, perché in tanti anni (ormai avranno da essere due o tre) nessuno ha pubblicato misurazioni... non sono riusciti a far abbassare i liner fino a 1561 metri? chissà, magari provando con un richiamo per le anatre...

    ReplyDelete
    Replies
    1. perché in tanti anni (ormai avranno da essere due o tre)

      La truffa ha ormai quasi 5 anni, è del novembre/dicembre 2008 http://strakerenemy.blogspot.it/2008/12/range-finder-come-si-sono-svolti-i.html

      Delete
  4. OT: La voce della teoria del complotto delle scie chimiche su wiki it è stata modificata 5 volte stasera cercando di inserire un delirio che ricorda tanto quelli del duo terrazzinato, N.A.S.A. inclusa.

    Copincollo solo la frase di chiusura, che merita: "E' un fenomeno talmente raro che la parola "contrail", come già scritto in altre occasioni, fu coniata solo nel 1947".

    Questo prova che gli aerei a reazione costruiti nell'800 non rilasciavano scie.

    ReplyDelete
  5. Notare questo commento dello straccione:

    Strakerlunedì, settembre 23, 2013 7:13:00 PM
    Possibile? Mia madre, che ha ottanta anni e non ci vede senza occhiali, li avvista in piena notte, da tanto che sono bassi.

    Dovrai cambiare oculista.


    Ma lascia stare tua mamma, poveretto.

    ilpeyote nulla da aggiungere

    ReplyDelete
    Replies
    1. Quella frase mi ha fatto ridere. Un idiota straker (minuscolo)

      Delete
  6. E ci risiamo anche col "laser verde" che illumina la pancia degli aerei, notoriamente piatta e lucida come uno specchio...

    Ovviamente l'idea che il suo "laser" non possa essere puntiforme già a poche centinaia di metri non lo sfiora nemmeno... E nemmeno lo sfiora il fatto che non essendo la superficie dell'aereo a lui perpendicolare se non per un piccolo istante, allora di luce indietro non ne tornerà MAI.... quindi come diavolo riesce a sapere che ha illuminato l'aereo?? Tra divergenza del fascio laser, mancanza di planarità delle superfici dell'aereo, un po' di foschia che c'è sempre.... la potenza che gli torna "indietro" non è sufficiente a farci nulla.

    E poi... deve avere una mano FERMISSIMA...

    Ah.... un laser con 4Km di portata ad occhio e croce deve essere un pochino fuori dai limiti di legge...

    Un'ultima osservazione...

    Sterker, visto dove vivi, non dovrebbe essere difficile raggiungere un posto tranquillo dove c'è abbastanza silenzio... ecco provaci di notte... Ti posso assicurare che, a meno che tu non sia sordo o non ci "marci", il suono degli aerei ad alta quota si riesce a sentire... a fatica ma ci riesci...

    Vuoi un consiglio su dove andare?? A me è successo sia in pianura che a 1800 metri... E l'aereo in entrambi i casi mi è capitato nel bel mezzo del campo dell'oculare del mio telescopio... E l'ingrandimento minimo che posso ottenere è di 25x ottico...

    Hai presente quanto sarebbe grosso un aereo a bassa quota ingrandito di 25 volte???

    Ecco... quelli che sono capitati a me non erano particolarmente grossi... e si vedevano le scie, tant'è che poi li ho individuati con facilità anche col binocolo proprio seguendo le scie...

    E questa prova invito a farla a qualunque sostenitore delle scie... Basta un binocolo da poco (alla Lidl se ne vendono di tanto in tanto a basso prezzo... ma di solito vanno collimati...) e la volontà di spostarsi al buio e lungo una rotta aerea nota... Magari provate a mettervi nelle vicinanze di un campanile di cui conoscete l'altezza e la distanza...

    Ci vuole poco a fare poi il raffronto con l'aereo...

    Ma, ne sono certo, molti di voi non faranno nemmeno lo sforzo... basta essere convinti e l'idea di fare un esperimento per controllare non fa parte della vostra cultura...

    J.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sterker, visto dove vivi, non dovrebbe essere difficile raggiungere un posto tranquillo dove c'è abbastanza silenzio... ecco provaci di notte... Ti posso assicurare che, a meno che tu non sia sordo o non ci "marci", il suono degli aerei ad alta quota si riesce a sentire... a fatica ma ci riesci...

      Solo a fatica? Qui da me di giorno c'è il rumore diurno ma di notte c'è silenzio, e sento sempre l'aereo che vola ad alta quota in direzione della Scandinavia (quello su cui vorrei esserci)

      Delete
  7. Ma...ma... si è dimenticato della prova più schiacciante, la famosa The Napolitano President proof!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma...ma... si è dimenticato della prova più schiacciante, la famosa The Napolitano President proof!

      Eccola qui, la prova principe della straccioneria del pagliaccio sanremese: http://strakerenemy.blogspot.it/2010/07/blog-post.html

      Delete
  8. Ultima foto: cumuli scuri alla base... scie sempre in piena luce...
    Pagliaccio :D :D :D

    ReplyDelete
    Replies
    1. eh be', siccome le scie sono (abbondantemente) al di sopra dei cumuli il sole le illumina per bene anche se sotto ci sono i nuvoloni cupi, la luce mica arriva dal basso... mai sbucati al sereno dopo che al decollo pioveva a vasche da bagno?

      Delete
    2. Ehm...
      Non credevo andasse pure spiegato... :P

      Delete
    3. ops avevo interpretato che tu lo accusassi di aver sbiancato le scie per farle vedere meglio!!!!

      Delete
  9. ... A QUOTE NON SUPERIORI AI 2.000 METRI ...

    Coglionazzo di uno strakkino, come ti è già stato suggerito milioni di volte perché non vai un giorno qualsiasi (tanto tu mica lavori come noi comuni mortali 8 ore al giorno, sei sempre libero) sul monte Bignone sopra casa tua per fotografare "bene" i tankeroni che sciano? Dalla cima del monte Bignone se non sono a più di 2000 metri dovrebbero essere grandi tanto da non starti nemmeno nell'obbiettivo della macchina fotografica.

    Truffatore falsario, spero vivamente che presto passi una gazzella dei "Carabinieri collusi" come tu li chiami per portarti al carcere.

    ReplyDelete
  10. Certo, ecco una prova inconfutabile: escursione a Monte Piana 2325 m sul livello del mare

    https://www.youtube.com/watch?v=A2hEGuI1ioc

    Osservate come siamo immersi nelle scie che si trovano tutte alla nostra quota o sotto di noi!!!!!!

    ReplyDelete
  11. dirà che anche i cartografi, i topografi, i produttori di altimetri e il monte stesso sono collusi e prezzolati disinformatori

    ReplyDelete
  12. comunque avevo anche io un dubbio, cioè se fosse anche un caso patologico, di paranoia, ma con questo post mi avete convinto, sono solo e semplicemente dei sòla, dei patacca

    ReplyDelete
  13. Dunque straker ha palesemente ammesso di puntare laser verdi contro gli aerei e questo si sa è un reato.

    ReplyDelete
  14. Tutti gli aerei che decollano da Linate mi passano davanti a 4120 metri di distanza, metro più, metro meno. Stracchino, vuoi venire da me a vedere quanto è grosso un aereo a quella distanza? Ti offro anche una birra (calda, adesso non allarghiamoci). E no, non ti permetto di puntargli contro un laser. Non sono un criminale, io.

    ReplyDelete