L'immensa sputtanata a Zelig

Il blog che si sta visitando potrebbe utilizzare cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. fai click qui per leggere l'informativa Navigando comunque in StrakerEnemy acconsenti all'eventuale uso dei cookies; clicka su esci se non interessato. ESCI
Cliccare per vederla

Scopo del Blog

Raccolgo il suggerimento e metto qui ben visibile lo scopo di questo blog.

Questo e' un blog satirico ed e' una presa in giro dei vari complottisti (sciacomicari, undicisettembrini, pseudoscienziati e fuori di testa in genere che parlano di 2012, nuovo ordine mondiale e cavolate simili). Qui trovate (pochi) post originali e (molti) post ricopiati pari pari dai complottisti al fine di permettere liberamente quei commenti che loro in genere censurano.

Tutto quello che scrivo qui e' a titolo personale e in nessun modo legato o imputabile all'azienda per cui lavoro.

Ciao e grazie della visita.

Il contenuto di questo blog non viene piu' aggiornato regolarmente. Per le ultime notizie potete andare su:

http://indipezzenti.blogspot.ch/

https://www.facebook.com/Task-Force-Butler-868476723163799/

Thursday, September 26, 2013

Parentesi scacchistica: Michail Botvinnik vs. "Don" (come lo chiamo io) Raul Capablanca (AVRO 1938)



Premessa: sono un amatore del gioco e un ammiratore di enormi talenti dello stesso, tra i quali Don Raul, praticamente imbattibile campione.

Questa partita vide la vittoria, meritatissima, di Botvinnik, che - con la famosissima mossa 30. Ba3! - spiazzò RC.

E' una delle più famose posizioni (giustamente: un sacrificio di alfiere seguito da un altro di cavallo ecc.) nella storia di questo gioco, paragonabile a certe acrobazie di Tal e Fischer e Morphy e Alechin e compagnia cantante, tanto per intenderci, operata - oltretutto - contro uno dei più grandi di TUTTI i tempi.

Buon divertimento agli amatori/dilettanti/esperti e buonanotte nuovamente:

tdm

25 comments:

  1. Le partite di questi grandi hanno accompagnato la mia adolescenza. Quante volte al circolo scacchi le abbiamo viste assieme gustandole mossa dopo mossa.

    Dopo aver giocato quattro campionati italiani (in varie categorie, fino alla prima nazionale) il lavoro ed altri impegni mi hanno fatto lasciare il "nobil giuoco" che sperò torni come sport della vecchiaia...

    Ad ogni modo il mio "mito" personale è Nimzowitsch.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ad ogni modo il mio "mito" personale è Nimzowitsch.

      E come cazzo si fa a far una "classifica"? :)

      Diobòno, io ADORO Don Raul, ma anche certe mosse di Spassky, le combinazioni di Misha Tal, eppoi - anche - Euwe (perché uno che ha battuto Alechin...) eppoi...

      Perché, di Keres ne vogliamo parlare?

      Delete
    2. Ah ma io mica ne faccio una classifica, per quella parlano le partite vinte...
      Parlavo di Nimzo perchè mi ha dato qualcosa di più degli altri, il suo stile ipermoderno poi mi ha sempre affascinato e il predominio della strategia sulla tattica è sempre stato il mio modo di vedere la faccenda.


      Delete
    3. La battuta sulla classifica era - appunto - una battuta, ci mancherebbe. Nimzo ha insegnato COME si gioca, ha elaborato, adattato e 'inventato' uno stile UNICO. Ipermoderno, appunto. Mutuato in parte da Alechin, sia detto.

      Delete
    4. state citando tutti grandisismi e geniali maestri, la cosa triste però è che oggi uno qualunque di quei ragazzini che a 10 anni o poco più superano i 2500 di ELO, iperallenati al computer - dove nessuna novità teorica che abbia il minimo difetto, come gran parte di quelle del passato!, la passa liscia - si farebbe un boccone di ciascuno di loro

      Delete
  2. A parlare di questi grandi giocatori e grandi menti, capaci di abbracciare strategie ampie e profonde nonché tattiche incredibili sul filo del raosio, mi viene da guardare con commiserazione ed estrema tristezza a tutti quei prostituti della verità a cui è dedicato questo blog. Che involuzione indegna che stanno vivendo...

    ReplyDelete
  3. Beh, padrepatta, era un intermezzo di geni & genialità tra coglioni e coglionate, fa' un po' tu :)

    Dimenticavo: complimenti per i campionati effettuati.

    ReplyDelete
    Replies
    1. ehh... complimenti... mica ho detto che li ho vinti... Ho giocato quattro campionati italiani tra Montecatini ed Imola. Sono stato NC, terza, seconda e prima nazionale (quando ancora esistevano queste categorie) prima di lasciare. Il mio punteggio elo massimo è stato di 1880.

      Ricordo di aver giocato e pattato in simultanea con Mark Tajmanov a Piombino... ho sempre la partita firmata! Che brividi quella sera!

      Delete
  4. Ricordo di aver giocato e pattato in simultanea con Mark Tajmanov a Piombino... ho sempre la partita firmata! Che brividi quella sera!

    (Se ne hai voglia) scansiona il tutto e mandalo a latigredellamalora chiocciola vodafone punto com

    ReplyDelete
  5. @ TDM
    non la trovo.. sono convinto di averla inserita in qualche libro di scacchi e ho passato l'ultima ora a cercarla.
    Ho trovato due autografi di Tajmanov ma non la partita... ma non dispero di ritrovarla nei prossimi giorni a costo di svuotare le librerie.

    ReplyDelete
  6. Bene... oltre che appassionati di scienza, debunkers, etc... adesso scopriamo che siamo pure tutti appassionati di scacchi...

    Piccolo il mondo, eh??? ;-)

    J.

    ReplyDelete
  7. Replies
    1. No, non ho mai giocato in tornei, sono semplicemente un appassionato. Ogni tanto do una scorsa ai libri e studio qualche partita.

      Delete
  8. io perdo dal computer a livello 2
    pero' sono bravo a Monopoli... fa lo stesso?

    ReplyDelete
  9. Tanto per tornare in-topic pur restando in tema di scacchi ricordo a tutti che discutere con un complottista è come giocare a scacchi con un piccione; puoi anche essere il miglior giocatore del mondo ma lui continuera' a rovesciare tutti i pezi, scagazzera' sulla scacchiera e camminera' impettito guardandosi in giro con aria trionfante

    ReplyDelete
  10. Se sei un ammiratore di Capablanca conoscerai certamente il film di Pudovkin ambientato durante il torneo di Mosca del 1925 e con Capa come guest star

    Il film:
    http://youtu.be/3RXplN1CJnc


    Com'è finito il torneo di Mosca del 1925:
    http://www.worldchesslinks.net/iziq13.html

    ps fra l'altro tra i partecipanti c'era il grande teorico delle aperture Sämisch che da il nome alla variante della Nimzoindiana che Botvinnik gioca contro Capa in questa partita.
    Io ho giocato spesso questa variante (con risultati infinitamente peggiori) influenzato proprio da questa grande partita.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Dico la verità: non conoscevo quel film, l'ho appena scaricato e lo guarderò.

      Diobòno, CHE partecipanti a quel torneo... :)

      Delete
  11. Non c'entra niente con gli scacchi ma molto con la fuffa:

    http://www.bolognatoday.it/cronaca/luke-thomas-terremoto-bologna-24-27-settembre-2013.html

    Manca ancora qualche ora a dire il vero.

    ReplyDelete
    Replies
    1. "aveva preannunciato un terremoto di magnitudo 5.2 tra Messina e Catania. Di fatti, nella costa siciliana si verificarono due scosse di 4.1 e 4.2, quindi di un grado inferiore
      ... cioè un grado di meno, pressappoco siamo lì?!?
      qualcuno glielo spiega a questa gente che la scala richter è logaritmica e che una magnitudo 5 è 30 (trenta) volte maggiore di una magnitudo 4?

      Delete
    2. Per questa gente i logaritmi sono una cosa al di sopra delle loro possibilità di comprensione... (una delle tante cose al di sopra delle possibilità di comprensione)

      Delete